Rossella Guadagno e Il suo Libro da Gustare

Rossella Guadagno e Il suo Libro da Gustare

Molte volte abbiamo espresso il parere che un buon libro può essere paragonato a una pietanza gustosa e ben preparata. La ricetta di un romanzo riuscito non è poi tanto dissimile da quella usata per cucinare un piatto, magari complesso. Quindi, abbinare titoli e ricette ne è la diretta conseguenza: una promozione diversa dal solito che può risultare comunque “appetitosa”.

Chi ha detto che single è meglio? e Insalata Riccia

Quando ho pensato di abbinare un cibo al mio libro mi è subito venuto in mente l’Insalata Riccia, non è certo un piatto elaborato ma è pur sempre una pietanza… quindi seguimi nel mio pensiero e poi… e poi lo sai, la Cecy non sa cucinare!!!!

Insalata riccia… quando ero piccola mi rifiutavo di mangiarla perché mi solleticava il palato. Per me era una sensazione strana, nonostante la mordessi, la foglia non cessava di farmi “il pizzicorino” dicevo lamentandomi… La spostavo da un lato all’altro della bocca e lei niente. Non smetteva. Era una tortura che finivo per ingoiare senza masticare, pur di non sentirne il prurito in bocca e così lei riusciva a tormentarmi, solleticandomi pure l’esofago!

L’associo al mio libro, pensando che il lettore, nel leggere alcune frasi, abbia il solletico alla lingua, il “prurito” in bocca e che pensi: “… speriamo che scriva anche questa cosa… così sarò finalmente riscattata/o!”.

Sì, metto femminile e maschile perché questo libro è dedicato ai conviventi, separati, sposati e single che siano uomini oppure donne, senza distinzioni di natura.

E… se trovate una via di mezzo che porti allegria e felicità, voglia di ridere e divertimento… scrivetemi!

Chi lo dice che single è meglio?

Insalata Riccia

l’immagine del piatto è tratta da: today.eataly.net e www.miaspesa.it

Ingredienti

INGREDIENTI SOLO E SOLTANTO PER 1 PERSONA

  • 1 cesto di insalata riccia
  • 1 pizzico di sale fino
  • 1 cucchiaio d’olio bono
  • 1 pizzico di zucchero… ma poho!
  • 1 cucchiaio di aceto di melepepe a piacere
  • difficoltà: meno di facile
  • tempi: pronta in 4 minuti
  • ricetta light
  • si può preparare in anticipo
  • si può mangiare davanti alla TV
  • non lasciare per più di 2 giorni in frigo che diventa nera

preparazione

Pulire l’insalata riccia separando le foglie eliminando il superfluo e tagliandole a pezzi. Lavarla, asciugarla con l’apposita centrifuga da insalata o tamponarla con uno strofinaccio pulito.

Suggerimento della Cecy: in casi di furia basta scuoterla abbondantemente nel lavandino per sgocciolarla in modo decente.

Metterla in una ciotola. Preparare l’emulsione agrodolce mescolando con una frusta l’olio, l’aceto di mele e lo zucchero. Versare l’emulsione sull’insalata, unire un pizzico di sale, mescolare accuratamente e servire.

Suggerimento della Cecy: lasciate perdere l’emulsione, condire con olio, sale pepe e… via!

Sedersi sul divano, porre la ciotola sulle gambe e con il telecomando avviare la TV.

Solleticare il palato masticandone un boccone. Per un effetto ancor più “urticante” accompagnare con delle “bollicine”.

Guadagno_Single_EST

Chi lo dice che single è meglio?

Se sei arrivato fino a qui magari siamo riusciti a ingolosirti.

Quindi scopri tutti i dettagli del libro e lasciati tentare con il link all’acquisto

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

sette + 16 =

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.