Recensioni

Recensione di Non lasciarmi

“Non lasciarmi” canta Judy Bridgewater e Kath, la protagonista del romanzo, danza alle note di questa strofa, abbracciando un cuscino.

Recensione di “Melmoth l’errante” (1820) di Charles Maturin a cura di Claudio Ceriani.

La storia gialla, che pure non perde mai mordente, si intreccia e si confonde con la storia vera in un gioco raffinato e preciso.

Fiori senza destino di Francesca Maccani, recensione di Marilena Fonti