Crea sito

30 novembre (1874) – Winston Churchill

In Archivi di Storia, Blog

Winston Churchill

Di Andrea Leonelli


Sir Leonard Winston Churchill Spencer, nasce a Woodstock, nell’Oxfordshire, il 30 novembre 1874.

Figlio di padre inglese, appartenente all’aristocrazia, e di madre americana (figlia dell’allora proprietario del New York Times) ha sempre avuto, forse a causa della madre, simpatie filo statunitensi.

In gioventù ha sempre mostrato una scarsa predisposizione allo studio ma, una volta entrato nel corpo militare, si è sempre dimostrato uomo d’azione. Ha partecipato infatti a svariate campagne militari fra cui Cuba, India e sud Africa. Ed è proprio in questo continente, nel Transvaal (repubblica indipendente che esistette dal 1848 al 1902) che, dopo essere stato catturato dai Boeri, riesce a evadere dal luogo di detenzione e fuggire in modo molto avventuroso e a ritornare in patria. Qua scriverà un racconto sulla sua esperienza che invierà al Morning Post, di cui era anche corrispondente di guerra.

Una volta in Inghilterra darà avvio alla sua carriera politica, scalando le fila del partito liberale.

Seguono molteplici alti e bassi che lo fanno entrare e uscire diverse volte dal parlamento fino al 1940, quando i suoi discorsi e la sua alleanza con gli Stati Uniti (e i conseguenti aiuti militari) incitano il popolo inglese all’inizio della seconda guerra mondiale.

Winston Churchill, in effetti, fu il premier che guidò la Gran Bretagna durante la Seconda Guerra Mondiale. Creando, al suo insediamento, un governo di unità nazionale con i conservatori, i laburisti e i liberali, guidò il suo Paese contro la Germania nazista, l’Italia fascista e il Giappone nazionalista, riuscendo ad infliggere all’Asse sonore sconfitte sul campo, sia aeree (ad esempio, nella battaglia di Inghilterra del 1940, nella quale l’aviazione tedesca – la Luftwaffe – nulla poté contro la superiorità di quella britannica – la RAF, Royal Air Force), sia terresti (un altro esempio, durante lo scontro di El-Alamein in Egitto del 1942, nel quale le armate nazi-fasciste del feldmaresciallo Erwin Rommel furono messe in rotta dalle divisioni del generale britannico Bernard Law Montgomery).

Finita la seconda guerra mondiale. Churchill è ormai un uomo ammirato e famoso per le sue abilità e il suo carisma. Ma perde nuovamente la carica di governo per rientrare al potere come primo ministro dal 1950 al 1955. Nel 1953 viene nominato Sir.

Si ritira a causa dell’età e dei problemi di salute dall’attività politica.

Muore il 24 gennaio 1965. Al suo funerale presenzia anche la Regina.

Curiosità

Oltre a statista di fama mondiale Winston churchill è anche scrittore e saggista con al suo attivo oltre venti libri. Per le sue opere letterarie, nel 1953, venne insignito, unico uomo politico della storia, con il Nobel per la Letteratura.

Churchill era amante della scienza e dell’innovazione; ha scritto diversi articoli su argomenti scientifici sulle cellule, l’evoluzione e la fusione nucleare; ha incoraggiato lo sviluppo di tecnologie come il radar e credeva nell’esistenza della vita extraterrestre.

Era amante dei gatti e il suo gatto era presente al momento della sua morte. Nelle sue ultime volontà ha disposto che vi fosse sempre un gatto rosso di nome Jock nella sua abitazione di famiglia.

Era ossessionato dalla puntualità ed ha più volte sofferto, nella sua vita di depressione, malattia che lui denominava “Il cane nero”. Per curarla assumeva amfetamine che lo rendevano, nei momenti in cui non era depresso, iperattivo e frenetico. In giovane età a subito molteplici incidenti e fratture ma si è sempre ripreso.

Frasi celebri

  • Meglio fare le notizie che riceverle; meglio essere un attore che un critico. (da The Story of the Malakand Field Force, 1898)
  • Nessuno può garantire il successo in guerra, può solo meritarlo. (da Storia della Seconda guerra mondiale)
  • Non c’è, per nessuna comunità, investimento migliore del mettere latte dentro i bambini.
  • La democrazia funziona quando a decidere siamo in due, e l’altro è malato.

 

Archivi di Storia, approfondimento a cura di:

Andrea Leonelli – vice presidente vicario APS MDS Network

Classe 1970, di origini fiorentine trasferito a Faenza, lavora come infermiere dal 1991 e in rianimazione dal 2001. Giudice in concorsi di poesia e prosa è autore di 3 sillogi poetiche e curatore di alcune antologie. Co-fondatore de “Il Mondo dello Scrittore Network”.

Related Post

You may also read!

Tycho Brahe

Condividi:   Thyco Brahe Di Cinzia Morea   La prima volta che mi imbattei in Tycho Brahe fu in

Read More...

L’odissea della Graf Von Spee

Condividi: L’odissea della Graf Von Spee.   di Claudio Oliva Varata il 30 Giugno del 1934 venne ideata, insieme

Read More...

Intervista a Gianni Gandini

Condividi: Intervista a Gianni Gandini Primo classificato assoluto nel Premio Letterario Internazionale Terra di Guido Cavani, Gianni Gandini è uno

Read More...

Leave a reply:

Your email address will not be published.

2 × due =

*

Mobile Sliding Menu

Translate »