Crea sito

Primo premio a Nicoletta Parigini

In Autori M - R, News

Primo premio per Nicoletta Parigini al Concorso Giovani Holden Edizioni.

IMG_7133_

Il Premio Nazionale Streghe Vampiri e co. indetto dalla Giovane Holden Edizioni era alla sua quarta edizione. Si è concluso sabato 15 novembre 2014 con la proclamazione dei vincitori dopo la selezione di finalisti avvenuta alla metà di ottobre. Il premio prevedeva tre sezioni (poesia, racconto e romanzo) dedicate a opere inedite scritte in lingua italiana, di genere fantasy.

Il fantasy -scrive la Giovane Holden- esercita un grande fascino. Forse, perché riesce a scardinare gli schemi acquisiti, la potenza dell’abitudine che offusca lo stupore destato dal reale: in un certo senso svolge la stessa funzione di richiamo che il gioco di parole ha dentro il linguaggio. […] Perché i mondi secondari, come li chiamava Tolkien, sono spesso mondi in cui Bene e Male,premi e punizioni sono più netti e proprio per questo permettono di recuperare una chiara visione del mondo reale, recupero che richiede un grande sforzo immaginativo, per vedere in profondità, oltre la barriera di ciò che viene dato per scontato.
Obiettivo del Premio è quello di stimolare la produzione di testi che sappiano raccontare di mondi secondari e di creature fantastiche, mondi e personaggi in cui la vita vera è tanto più vera proprio perché si svincola dagli schemi consueti e si arricchisce di quelle sfumature nobili e forti che caratterizzano la Fantasia.

In questo contesto, Nicoletta Parigini, autrice EEE con i libri  e , si è aggiudicata il primo premio con il racconto Nina Tempesta e il signor Schmitt, che consiste nella pubblicazione da parte della Giovane Holden Edizioni. Il libro uscirà nei prossimi mesi.

La motivazione della giuria:

Una favola delicata e generosa, sorretta da un linguaggio moderno e da un’invenzione narrativa che permette all’autrice di interrogarsi e interrogarci sul significato dell’amore, della vita e soprattutto del vago confine tra quello che noi crediamo essere il mondo e quello che potrebbe essere. Uno stile limpido, lineare e accattivante sorregge una struttura narrativa che combina in modo ineccepibile gli elementi del fantasy con quelli del mistery. Un sistema di personaggi variegato e ben delineato anche nella psicologia che sottende azioni e comportamenti. Il punto di forza del testo è il duplice piano di lettura che permette una lettura gradevolissima sia a un pubblico giovanissimo che a un pubblico adulto.

Trama:

Nina Tempesta ha appena iniziato a indagare su un caso di sparizione e già si trova nei guai: la faccenda è più complicata del previsto ed esige un impegno e un coinvolgimento che mai, nessun caso precedente, le aveva richiesto.
La detective ha trovato finalmente il suo mostro… o finalmente ha trovato se stessa?

Related Post

You may also read!

Antonio Nonnis e il suo Libro da Gustare

Condividi: Antonio Nonnis e il suo Libro da Gustare Molte volte abbiamo espresso il parere che un buon libro

Read More...

Archivi di storia: la settimana della legge Merlin

Condividi: Archivi di storia: la settimana della legge Merlin di Paolo Fiorino 18 settembre 1938 – Benito Mussolini legge per la prima

Read More...

La presa di Roma

Condividi:   La presa di Roma di Alessandro Cirillo   Un certo Edmondo De Amicis, all’epoca giovane ufficiale del

Read More...

Leave a reply:

Your email address will not be published.

14 − quattro =

*

Mobile Sliding Menu

Translate »