Crea sito

Noi

Il Mondo dello Scrittore: il tuo libro in un click!

Promozioni gratuite per autori esordienti ed emergenti

 

  • pag10
  • pag1
  • pag4
  • pag5
  • pag7
  • pag8
  • pag9
  • pag6
  • pag2
  • pag3
Carousel Plugin by WOWSlider.com v4.7

 

Related Post

One commentOn Noi

  • Buon Giorno.
    Sono Silvia Cecchi, nata da una familia toscana emigrata alla
    Argentina nel 1927.
    In onore a miei nonni e in particolare alla mia nonna Rachele, nata
    a Vespignano, ho scrito un libro (novela) che ha avuto un bel sucesso
    in Argentina.
    E fatta giá la terza edizione di “TRE BAULI” (cosí el títolo)
    Chiamato in Argentina “Tres Baúles”
    Il Libro in castigliano c´é stato promosso dal Consolato Italiano in
    Mar del Plata, Casa D´ Italia, il COM.I.TES, la Famiglia Toscana di
    Mar del Plata, Instituto Istorico Italiano, la Dante Alighieri e
    anche
    c´é stato in dieci presentazioni fra Ferie del Libro di Mar del Plata
    e Buenos Aires e societá Italiane de diverse cittá di Argentina.
    Ora e gia fatta la traduzione all´ italiano con la speranza che
    arriverá in alcun modo in Italia.
    Me piacerebbe di farlo conscere in Italia principalmente nella Toscana
    Lascio allora, gentili signori l´analisi di questa possibilitá.
    Invío in anticipo: “Prefazione” e “Copertina” . Comunque se fose
    necesario potró anche inviare tutta la mia opera.Ho bisogno d´una guida per andaré avanti con questo proggetto.
    Mi scuso perchè non so scrivere tanto bene nella lingua italiana.
    Tante Grazie
    Silvia .B.Cecchi

    Mar del Plata- Buenos Aires- Argentina-
    PREFAZIONE DELL’AUTRICE
    Onorare le radici
    Onorare la vita, è anche onorare le radici.
    Onorare l’impegno, lo sradicamento, il sacrificio, la pazienza, la
    lotta, la rassegnazione, il lavoro, le risate, le lacrime, e,
    soprattutto, i valori che hanno portato quegli Esseri che sono venuti
    prima di noi.
    Molti… molti anni fa, ondate di immigrati provenienti da tutto il
    mondo europeo sono arrivate in questa terra per fecondarla, uomini
    afflitti dal terrore e la miseria… Spaventati dalle guerre.
    Ognuno porta con sé una grande storia.
    Ognuno di loro è un libro inesauribile.
    In questa storia intendo, con totale modestia, esprimere la mia
    riconoscenza verso tutti coloro che come i miei nonni, hanno ancorato
    in questo paese, alla ricerca di un mondo migliore.
    Catturare la luce della torcia che brilla ancora nelle anime di molti
    figli, nipoti e pronipoti di coloro che sono venuti da posti lontani
    attraversando i mari.
    Infine desidero che la loro luce brilli per sempre nell’esempio e la
    memoria.
    Dedico questa storia ai miei quattro nonni: America
    (emiliano-romagnola), Domenico (calabrese), Rachele e Ottavio
    (toscani) come mio padre, Silvio.
    Tutti italiani.
    Tutte persone di vite dure e dignitose.
    In particolare, in questa narrazione, metto in rilievo il mio
    rapporto con “nonna Rachele”, chi è riuscita a penetrare in tutti gli
    strati della mia pelle, fino a luoghi nascosti della mia essenza.
    Si rivolge a chi penso si sentirà identificato in un ricordo o un
    sentimento.
    Aspiro a raggiungere i cuori di immigrati e discendenti della
    Toscana, della provincia di Firenze, da dove era lei.
    Ma spero anche che in questa storia si ritrovino altri che sono
    arrivati da diverse regioni d’Italia, Spagna, Olanda, Turchia,
    Germania, Polonia, Francia o Slovenia… Dal
    momento che le prove e le gioie di chi ha vissuto qui come immigrati,
    hanno senza dubbio un denominatore comune.
    Molti nipoti abbiamo sorbito la nostalgia e l’amore per la patria che
    loro lasciarono, e l’abbiamo adottata come la nostra seconda terra.
    Tuttavia, la luce rivolge la sua luminosità verso il più prezioso.
    Verso coloro che hanno seminato a piene mani il proprio sapere.
    Il sapere che non troviamo nei tanti libri che ci hanno portato ad
    ottenere quel diploma, con il quale avevano sognato per noi.
    Erano di loro le saggezze peculiari, intrinseche, di base,
    elementari…
    Imperative, per resistere all’intemperie se necessario.
    Essenziali per apprezzare la grandezza della semplicità nelle piccole
    cose, l’intangibile, l’invisibile… e sopravvivere cantando.

    (Copertina )

    Una commovente storia di immigranti italiani, piena di sacrifici,
    sofferenze e piaceri.
    Un periplo per la Toscana e il Trentino che seduce ed emoziona.
    Un viaggio alla ricerca della pace e del progresso.
    Una nipote catturata dal fascino della sua nonna.
    Nonna e nipote… girare il telaio della vita tra “passeggiate e
    tenerezze”. Scambio di sentimenti ed emozioni, costruendo un legame
    stretto.
    Entrambe sono fonte di energia.
    La capacità e la semplicità dell’autrice nel raccontare questa
    storia, esaltano tutto ciò per noi che oggi siamo nonni e sentiamo
    nostalgia della nostra infanzia.
    È una storia con un linguaggio poetico, delicato e tenero.
    La crescita di un vincolo reciproco, accattivante che si costruisce
    giorno per giorno e passo dopo passo.
    Insieme scoprirono la fonte inesauribile delle piccole e semplici
    cose della vita.
    In questo scambio reciproco, creando spazi dove sempre continuano a
    trovarsi e ad avere bisogno una dell’altra.
    Amalgama di emozioni.
    Una storia che commuove.

Leave a reply:

Your email address will not be published.

1 × 2 =

*

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.

Mobile Sliding Menu

Translate »