Crea sito

Lo smartphone a scuola? Una serie di motivi per cui non è una buona idea

In Blog, News dal Web

Lo smartphone a scuola? Una serie di motivi per cui non è una buona idea

“Prima di dare tanta importanza allo smartphone, bisognerebbe risolvere le molte altre criticità della scuola”. Isabella Milani, insegnante e autrice, interviene nel dibattito legato all’uso dei cellulari in classe: “Sono sicura che moltissimi docenti troverebbero innovativo che venisse loro lasciato molto più tempo per la semplice didattica della materia…”

Credo che la decisione della ministra Fedeli di permettere l’uso degli smartphone in classe, anche se “solo per ragioni didattiche”, sia sbagliata. Spiego perché la penso così.

-Contesto prima di tutto il concetto di “uso degli smartphone in classe come didattica innovativa”, e perfino come novità. Intanto, non è una novità: gli insegnanti che lo hanno ritenuto opportuno (compresa me) hanno già – spesso e da tempo – fatto usare lo smartphone quando lo hanno ritenuto opportuno, per esempio perché non c’era la LIM disponibile.

-Non credo che l’uso dello smartphone personale sia “didattica innovativa”. Credo invece che l’innovazione debba passare prima attraverso la dotazione di pc e tablet di proprietà della scuola per tutti gli alunni, a patto che ci sia una buona connessione (che oggi spesso non c’è).

-Finora l’uso dei cellulari in classe è stato un problema, tanto che ne è stato vietato l’uso sia ai docenti (che sono sul luogo di lavoro), sia agli alunni (che sono sul loro luogo di lavoro/studio). È stato, e secondo me rimane, un problema perché in realtà non è affatto uno strumento di lavoro, ma un modo per distrarsi, scambiarsi foto, video e informazioni, ecc.

-Prima di dare tanta importanza allo smartphone, bisognerebbe risolvere le molte altre criticità della scuola.

continua su: Lo smartphone a scuola? Una serie di motivi per cui non è una buona idea – Il Libraio

Related Post

You may also read!

La settimana della nascita della Repubblica Italiana per Archivi di storia

Condividi: La settimana della nascita della Repubblica Italiana per Archivi di storia. di Paolo Fiorino 18 giugno 1815  – La

Read More...

Renata Morbidelli e Il suo Libro da Gustare

Condividi: Renata Morbidelli e Il suo Libro da Gustare Molte volte abbiamo espresso il parere che un buon libro

Read More...

Il Gioco di Libri di Renata Morbidelli

Condividi: Il Gioco di Libri di Renata Morbidelli Se il tuo libro fosse una città, un colore, un quadro,

Read More...

Leave a reply:

Your email address will not be published.

undici − 8 =

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Mobile Sliding Menu

Translate »