Crea sito

Intervista un blogger: Antonella Sacco

In Blog

Intervista un blogger: Antonella Sacco

antonellasacco

Antonella Sacco è una prolifica autrice indipendente che scrive interessanti libri di vario genere e argomento e ha una buona presenza sul web e sui social. Sempre attenta ai temi d’attualità, collabora anche con altri blog letterari.

  • La prima domanda che ti poniamo è il perché della scelta di quel particolare nome al tuo blog. Cosa lo ha ispirato e da dove è nata l’idea del logo che ti rappresenta.

Il blog ha il mio stesso nome, anche perché quando l’ho creato non avevo ben chiaro il procedimento per la creazione. Poi l’ho lasciato così, in fondo va bene che si chiami come me.

  • Parliamo dell’aspetto estetico in senso puramente generico, ovvero la scelta dei colori e della grafica. Qualcuno ha contribuito alla realizzazione oppure è tutto frutto del tuo gusto personale?

Ho utilizzato una delle proposte di WordPress, l’aspetto è molto semplice.

  • È stata la passione verso i libri a spingerti ad affrontare questa avventura?

Quella e l’idea di parlare anche dei libri che scrivo e degli argomenti che mi interessano (esempio Matematica e Astronomia), anche se gli articoli, almeno per ora, trattano soprattutto di libri e scrittura.

  • Quali sono state inizialmente le maggiori difficoltà che hai dovuto affrontare?

Gli aspetti tecnici, anche se la piattaforma WP è relativamente semplice, e, soprattutto, capire come far sì che gli articoli vengano letti. Ancora il blog, dopo 2 anni, non è molto seguito.

  • Quale impronta ha il tuo blog? Tratti un genere specifico oppure non hai preferenze?

Come dicevo poche domande fa parlo soprattutto di libri e scrittura, ma anche di altri temi che mi interessano (riflessioni, racconti).

  • Quali sono le rubriche con cui hai organizzato i tuoi spazi?

L’anno scorso ho pubblicato quasi un post al giorno con qualche breve nota sugli scrittori nati in quella data e di cui avevo letto qualcosa, un Almanacco. Quest’anno pubblico commenti sui libri ed ebook che leggo, più volte al mese. Rubriche vere e proprie non ne tengo.

  • Tenendo conto del tempo che un blog richiede per poterne avere cura, hai dei collaboratori che possono aiutarti nella gestione ed, eventualmente, come ricade la tua scelta su chi possa essere un valido aiuto?

Per ora è solo un piccolo blog personale, anche se ci sono alcuni articoli scritti in collaborazione con colleghi e pubblicati contemporaneamente su altri blog.

  • Con che frequenza escono gli articoli sul blog e quali sono gli argomenti che prediligi?

Cerco di pubblicare abbastanza spesso, ma non ho una regola: dipende dal tempo. Per gli argomenti vedi sopra.

  • Da dove trai spunto per gli articoli?

Libri ed ebook letti, libri ed ebook scritti, riflessioni, suggestioni colte qua e là.

  • Nel corso della vita del blog c’è un episodio di cui vai particolarmente fiero? E in che occasione un tuo post (o una qualsiasi altra azione) ti ha creato difficoltà?

Nessuna delle due cose, almeno per ora.

  • Facciamo un po’ di promozione. Oltre al blog, collegato ad esso, hai anche pagine e profili sui social?

Non in automatico. Comunque condivido i post sui vari social.

  • Ancora un po’ di pazienza, abbiamo quasi finito, cosa ne pensi degli esordienti italiani?

Ce ne sono di bravi e di poco bravi, difficile dire qualcosa di nuovo sull’argomento. Quelli che leggo e mi piacciono li recensisco su Amazon e Goodreads; li commento tutti sul mio blog nei post “libri letti nel mese…” a meno che non siano per me proprio scarsi, nel qual caso preferisco tacere. Se un ebook mi colpisce in modo particolare scrivo un post dedicato solo ad esso, come faccio per i libri.

  • Hai suggerimenti da dare a coloro che desiderano trovare spazio nel tuo blog?

Se qualcuno volesse scrivere un post sul mio blog dovremmo trovarci d’accordo sul tema e poi anche sul testo. Non pubblicherei qualcosa su cui non sono d’accordo o che non trovo corretta (in tutti i sensi). Il blog è per me una cosa personale, ovviamente non si tratta di essere contro la libertà di stampa.

  • E, per concludere, cosa ne pensi dell’editoria italiana?

Non me ne intendo molto. Certo l’idea che ci sia un editore enorme non promette gran che bene.

Related Post

You may also read!

Intervista a Simona Barba e Gisella Orsini

Condividi: Intervista a Simona Barba e Gisella Orsini Simona Barba e Gisella Orsini sono arrivate al primo posto nella

Read More...

Le librerie in diretta Facebook

Condividi: Le librerie in diretta Facebook Nuova forma innovativa di presentazione di libri ed eventi Le librerie hanno vissuto

Read More...

IV edizione Premio Letterario Internazionale Terra di Guido Cavani

Condividi: IV edizione Premio Letterario Internazionale Terra di Guido Cavani Il bando è online e sono aperte le iscrizioni

Read More...

One commentOn Intervista un blogger: Antonella Sacco

Leave a reply:

Your email address will not be published.

3 × 2 =

*

Mobile Sliding Menu

Translate »