Crea sito

Intervista a Mattia Perini

In Blog, Intervista a...

Intervista a Mattia Perini

Breve intervista a Mattia Perini, terzo classificato ex aequo, con il racconto Ciò che l’amicizia non è, al Premio Letterario Internazionale Terra di Guido Cavani. Mattia ha sempre presentato ottimi elaborati e siamo certi che, ora che ha compiuto 18 anni, nella sezione Senior (dovendosi confrontare con autori molto più esperti di lui) non sfigurerà affatto.

Cosa ne pensi del Premio Letterario e cosa ti ha spinto a partecipare? Qual è stata la parte per te più emozionante della premiazione e cosa hai provato?

RISPOSTA: Penso che il concorso letterario “Terra di Guido Cavani” coniughi perfettamente correttezza, trasparenza, passione e simpatia; sono rari i premi di questo tipo che possono offrire la garanzia di una valutazione imparziale del proprio lavoro, conciliata a un accogliente e sereno contesto “informale”. Ho deciso di partecipare per mettermi nuovamente alla prova dopo il 4° posto raggiunto nella precedente edizione e tentare di superare quel risultato. La premiazione è stata molto interessante e ben organizzata e ho apprezzato particolarmente l’iniziativa inaspettata dell’organizzazione che ha permesso a noi giovani di presentare il nostro racconto al pubblico. Non posso negare che la parte più emozionante della manifestazione sia stata la premiazione della sezione B, durante la quale l’agitazione, l’euforia e la tensione hanno annebbiato costantemente i miei pensieri.

Nell’immaginare il tuo futuro, quanto posto pensi avrà la scrittura e cosa ti ha spinto verso questa modalità d’espressione (per capirci, perché non la musica o la pittura)?

RISPOSTA: Spero e desidero insistentemente che, nel futuro, il tempo fra i vari impegni mi lasci abbastanza spazio per continuare ad esprimermi attraverso la scrittura e a migliorare in questo ambito. Ritengo che la letteratura sia una vera e propria forma d’arte capace di concedere all’artista un’immensa capacità creativa, non limitata da pentagrammi o cornici, e potenzialmente infinita.

Ottenere un riconoscimento letterario ha cambiato in qualche modo la tua vita sociale, amici e parenti cosa dicono?

RISPOSTA: Nei giorni immediatamente successivi alla premiazione molti parenti e compaesani si sono congratulati con me personalmente e mi hanno invitato a proseguire su questa strada, augurandomi i migliori risultati. Per quanto riguarda i miei coetanei e compagni di scuola, questo atteggiamento non si è riproposto con uguale frequenza, anche perché non mi ritengo un ragazzo che ama mettere in mostra i propri meriti.

Related Post

You may also read!

Intervista a Gianni Gandini

Condividi: Intervista a Gianni Gandini Primo classificato assoluto nel Premio Letterario Internazionale Terra di Guido Cavani, Gianni Gandini è uno

Read More...

La strage di Piazza Fontana e gli Anni di Piombo

Condividi: La strage di Piazza Fontana e gli Anni di Piombo 12 dicembre 1969, alle ore 16 e 37,

Read More...

La dichiarazione di guerra agli Stati Uniti d’America

Condividi:   La dichiarazione di guerra agli Stati Uniti d’America. Di Grazia Maria Francese Dopo l’attacco a Pearl Harbor

Read More...

Leave a reply:

Your email address will not be published.

dodici − uno =

*

Mobile Sliding Menu

Translate »