Crea sito

Rita Sanna

ippolita

Intervista a sorpresa a Rita Sanna

Andrea Leonelli

Per l’evento di stasera vi proponiamo Rita Sanna, autrice di Ippolita, la sua ultima opera, e di Il silenzio di Michelina e Quadretti di un tempo, nonché vincitrice nel nostro ultimo evento in 7 giorni di Follie.
Ricordo a tutti di attenersi a delle minime norme di educazione dando all’intervistato il tempo di scrivere le risposte.

Irma Panova Maino Buonasera Rita, è un piacere averti fra noi

Andrea Leonelli Buonasera Rita!

Rita Sanna Grazie a voi d’avermi invitato

Nadia Milone Buonasera Rita e benvenuta!

Irma Panova Maino Come ti senti ad essere la vincitrice del nostro 7 giorni?

Rita Sanna Molto gratificata… non speravo in una vittoria!

Irma Panova Maino eppure hai scritto dei libri ad alto contenuto, quindi sei una scrittrice, questo cambia in qualche modo la tua percezione?

Rita Sanna fare uso della prosa è molto diverso dallo scrivere poesie: due generi letterari diversi, per quanto si possa trovare un certo lirismo anche nella prosa.

Oliviero Angelo Fuina Buonasera Rita Sanna è una splendida opportunità per conoscere meglio Rita

Irma Panova Maino ciao Oliviero, grazie per la partecipazione. Assolutamente sì Oliviero, Rita ha scritto libri raccontando la vita reale

Andrea Leonelli Nei tuoi libri le figure femminili sono predominanti, è una tua scelta precisa o un istinto personale ti spinge a scrivere “al femminile”?

Rita Sanna non proprio un istinto… quanto una predilezione per gli argomenti che riguardano la sfera femminile

Irma Panova Maino ti riconosci molto nei tuoi personaggi dunque?

Oliviero Angelo Fuina Rita… Michelina – ragazza madre e con un presente da riscattare – e Ippolita, donna cresciuta immersa in memorie… Quanto di te c’è in questi tuoi due personaggi femminili? Ippolita è un nome femminile che ha fatto storia e pregno di significati importanti. Ha influito nella scelta del nome di questo tuo personaggio?

Rita Sanna Oliviero in “Michelina ” niente (l’amara storia di una bimba violentata dal padre padrone), in Ippolita c’è qualcosa di me, pur non essendo un romanzo autobiografico

Oliviero Angelo Fuina Grazie… E dimmi, la Lisa dei quadretti del tempo è un tuo proiettare esperienze per suo agire nella trama?

Rita Sanna Oliviero, il titolo dell’opera dà la sua spiegazione

Oliviero Angelo Fuina Come immaginavo… In effetti ogni libro è in qualche misura autobiografico, portando in campo un percepire e un dipanare comunque dell’autore

Andrea Leonelli le tue origini e la tua terra quanto influenzano le tue storie?

Rita Sanna Andrea, le mie origini e il mio vissuto sono nell’opera “Quadretti di un tempo”…  e nella storia vera di Michelina

Nadia Milone Rita, quando è nata la tua passione per la scrittura?

Sebastiano Impalà Ciao Rita Sanna, io non ho mai letto niente di tuo, perché dovrei leggere il tuo libro?

Rita Sanna Sebastiano,forse non ti sei perso granché… cerca su Internet!

Irma Panova Maino maddai Rita, non è vero. Basta leggere le recensioni che ti fanno per capire

Andrea Leonelli parlaci di cosa può trovare il lettore fra le tue pagine, questo ci darà la motivazione per cui leggerti…

Irma Panova Maino Si parla di scrittura raffinata, di eleganza nel proporre determinate tematiche, di perfetta armonia fra dialoghi e narrazione

Rita Sanna E’ vero Irma, forse sono più numerose le recensioni delle pagine dei miei libri!

Oliviero Angelo Fuina Il fatto che tu sia qui a rispondere è un’opportunità che mille pagine di recensioni su Internet non pareggiano nemmeno.

Sebastiano Impalà l’umiltà ti rende una gran donna, ma la domanda era diretta ed essenziale

Rita Sanna Grazie, Sebastiano! Hai ragione, Oliviero, la colpa e’ tutta di “Quella corda” e del gran lavoro che fanno Irma ed Andrea

Oliviero Angelo Fuina Ma sei qui di tuo, perché sei un’autrice che ha qualcosa da dire e lo sa dire al meglio.

Rita Sanna Oliviero, mi sono trovata per caso in questo interessante “mondo”che mi ha accolto con stima e grande simpatia

Andrea Leonelli Rita, qua puoi esprimerti più liberamente rispetto a un’intervista classica in cui devi rimanere in schemi editoriali. Puoi parlarci liberamente dei personaggi e delle trame e soprattutto di te come autrice e delle tue esperienze nel mondo dell’editoria. Di che difficoltà hai incontrato, se ne hai incontrate e del tuo rapporto con le case editrici… sei libera di ampliare le risposte alle domande che ti facciamo. Non è un interrogatorio ma una chiacchierata…

Rita Sanna Andrea, il discorso editoriale è lungo quanto complesso. Tuttavia ….lento pede… sono arrivata ad essere pubblicata anche dalla Curcio. Ho fatto la gavetta… anche io con i primi lavori…

Sebastiano Impalà Ormai sei una gran celebrità, Rita! Sei nella Hall of fame

Elisabetta Bagli Buonasera a tutti! Benvenuta al nostro angolo delle interviste a sorpresa, Rita! Scusatemi per il ritardo. Propongo una domanda a Rita, quanto c’è della tua terra all’interno dei tuoi scritti?

Rita Sanna Ciao Elisabetta… della mia terra c’è sempre qualcosa… anche se no sempre è palese

Irma Panova Maino credi che potresti scrivere anche qualcosa sui fatti recenti che sono avvenuti?

Oliviero Angelo Fuina Hai nel cassetto (almeno quello delle possibilità) una silloge che possa supportarti ad esternare qualcosa di tuo e di intimo in strutture differenti? Detto questo, non lo vuoi prendere in considerazione un mettersi in gioco intimamente e in modo diverso? (Le parole ti sono comunque amiche)

Sebastiano Impalà intendi con la poesia?

Oliviero Angelo Fuina Esatto. Dico questo perché la prosa è per me uno stimolo diverso e intrigante

Sebastiano Impalà Ci sono immagini od eventi che stimolano in modo perentorio la tua fantasia? O scrivi soltanto traslando sulla carta i tuoi pensieri più intimi?

Rita Sanna Sebastiano,io non scrivo di fantasia, amo scrivere pensando e come dici tu traslando i miei pensieri, le mie conoscenze, la realtà della vita…

Irma Panova Maino ti penti o ti senti stimolata da questo “mondo”?

Elisabetta Bagli scusatemi, sono state fatte molte domande interessanti, ma la nostra Rita Sanna deve poter rispondere. Vi preghiamo di darle un po’ di respiro, Grazie!

Rita Sanna Grazie Elisabetta!

Irma Panova Maino Trovi che l’essere approdata nel web ti abbia aiutata?

Rita Sanna Sebastiano, a me piace scrivere come se vi parlassi!

Sebastiano Impalà ecco un buon motivo per leggerti

Andrea Leonelli la tua formazione, i tuoi studi, hanno influito sul tuo stile di scrittura? Se si, come?

Rita Sanna Andrea, certo che gli studi al il liceo classico e le materie letterarie hanno influito sul mio modo di scrivere,quello semplice e comprensibile che esigevo dai miei allievi. Posso farvi una confessione?

Irma Panova Maino Certo che sì, quindi che ne pensi del sistema scolastico odierno?

Rita Sanna il tacer non fia mai troppo… cara Irma!

Irma Panova Maino bene, cambiamo settore allora

Sebastiano Impalà ma, essendo un lettore assai esigente, vorrei conoscere anche l’intima trama dei tuoi personaggi

Andrea Leonelli in relazione alla domanda di Sebastiano, come costruisci i tuoi personaggi?

Rita Sanna allora: io mai e poi mai avrei pensato di scrivere e tanto meno di fare la docente. La mia passione era e ancora rimane La MEDICINA!

Anna Cibotti anch’io amo la medicina… nel senso che sono ipocondriaca… i prossimi giorni ti chiederò consigli

Irma Panova Maino da quando sei ipocondriaca Anna?

Anna Cibotti da sempre Irma… in modo patologico!

Irma Panova Maino e cosa ti ha fatto cambiare percorso, Rita?

Rita Sanna L’impossibilità economica di un padre professore che non poteva permettersi di pagare gli studi universitari a due gemelli e a una sorella poco più piccola! E’ scritto diverse volte nei miei lavori… soprattutto nel primo Il vento della vita

Irma Panova Maino è vero quello che si dice del rapporto fra gemelli?

Rita Sanna Adoro mio fratello…

Maria Grazia Crozzoli buona sera Rita in ritardo, ma ci sono anche io ad ascoltare

Rita Sanna Ciao carissima Maria Grazia… domande?

Maria Grazia Crozzoli Sto leggendo i commenti per non ripetere domande già fatte, ma ti faccio i complimenti per la tua passione innata per la Medicina. Una cosa sola: dell’anima o del corpo. E’ vero che sono correlate ma …

Rita Sanna Maria,non sono una scienziata… ma sono certa che la correlazione tra mente e corpo esista… basta solo il detto: mens sana in corpore sano!

Maria Grazia Crozzoli leggendo questa frase mi è venuta la pelle d’oca: docente , scrittrice, passione per la medicina, la Sardegna nel cuore… quante connessioni in comune, quante similitudini

Irma Panova Maino ti riconosci Maria Grazia?

Maria Grazia Crozzoli No, sono tanti gradini sotto ma le connessioni sono davvero altissime. Che bello!

Rita Sanna Quanto e’ bello quello che mi scrivi, cara Maria!Grazie!

Elisabetta Bagli C’è un bel movimento letterario nella tua terra, capeggiato da Michela Murgia che ho avuto l’onore di conoscere. Con lei abbiamo parlato di un argomento piuttosto profondo visto il suo primo libro Accabadora che mi ha portato a immaginare terre aspre, piene di tradizioni ancora molto vive. Visto che vivi a Roma da molti anni, ti mancano le tue tradizioni o sei riuscita a trapiantarne qualcuna nella capitale e farla vivere insieme a te e alla tua famiglia anche se sei lontana?

Rita Sanna Elisabetta, mi fa piacere che abbia conosciuto la Murgia, ma non mi sento di esprimere giudizi! per quanto riguarda la Sardegna, questa è sempre nel mio cuore… le radici sono profonde

Irma Panova Maino che ne pensi dei romanzi che vanno tanto di moda adesso, in stile Twilight? La domanda nasce dal fatto che Rita ha uno stile molto più classico e basato su storie reali, quelle che si possono vivere tutti i giorni.

Maria Grazia Crozzoli scusate ho fatto toccata e fuga. Devo andare, mi piange il cuore . Sono contenta di quel poco, ma tanto che ho letto. Leggerò tutto con calma domani. Grazie Rita

Rita Sanna Irma, ho una cultura classica e capisci quanto sia difficile allontanarmene… Ciao Maria Grazia… scopriremo altre cose che ci accomunano!

Irma Panova Maino Capisco bene, ma credo anche che tu sia una persona dalla mente vivace e pronta a sperimentare, esempio ne è il brano con cui hai vinto 7 giorni. Hai un seguito di persone che credono in te e in quello che scrivi, non ti porta, questo, a trovare strade nuove con cui esprimere la tua arte?

Rita Sanna Irma, io mi “butto”… sperimento anche la poesia!

Andrea Leonelli sperimenti con risultati direi ottimi

Irma Panova Maino e mi sembra che tu abbia fatto benissimo, al tuo pubblico è piaciuta molto e noi siamo davvero molto fieri di averti accompagnata in questo tuo percorso. Che progetti hai per il futuro?

Rita Sanna un giorno ne “sparo” un’altra… in privato!

Andrea Leonelli magari sparala direttamente nel prossimo 7 giorni

Rita Sanna Per il futuro,come autrice, ho appena terminato un racconto/romanzo(?)… vi svelo solo il titolo provvisorio: L’INADEGUATO!

Andrea Leonelli dacci un assaggio dei personaggi: chi sono, cosa fanno… un piccolo accenno…

Irma Panova Maino Rita hai delle domande inevase. Vuoi che te le riproponga?

Rita Sanna Come no… Non riesco a ripararmi dalle mitragliate!

Irma Panova Maino La domanda di Nadia Milone: Rita, quando è nata la tua passione per la scrittura?

Andrea Leonelli come costruisci i tuoi personaggi? Parlaci di come hai vissuto la tua esperienza con un editore. Credi che potresti scrivere anche qualcosa sui fatti recenti che sono avvenuti? Sto solo riproponendo

Irma Panova Maino queste sono le domande rimaste indietro.

Rita Sanna Nadia, la mia passione è nata quando, ormai in congedo dalla scuola ho fatto l’insegnate ragazzina (19 anni), ho voluto impiegare il mio tempo libero nella scrittura, convinta, però, che sapessi più correggere che scrivere… poi…

Nadia Milone Grazie Rita.

Giuliana Guzzon Non pensi che per la poesia bisogna avere un “dono” come per la musica o la pittura?

Elisabetta Bagli La letteratura romantica recuperava storie e leggende antiche, ed esempi ne sono le storie sui vampiri&Co. di quell’epoca. Rita Sanna allora non è romantica in senso letterario? E nella vita quotidiana?

Rita Sanna Brava, Elisabetta… nella vita quotidiana sono un ‘impenitente romantica!

Elisabetta Bagli Mi fa piacere, Rita! Anche io lo sono, nonostante sembri tutta d’un pezzo!

Rita Sanna Comunque nei miei lavori… non esiste il Romanticismo… sono pragmatica… realista… scrivo il vero…

Andrea Leonelli per cui escludi che nella vita reale possa esistere il romanticismo?

Rita Sanna Andrea, la mia esperienza con le case editrici è diversa tra di loro. Ho notato la scarsa professionalità di qualche editor… che mi correggeva persino l’uso del congiuntivo… “se era andato… se aveva detto…” in conclusione ho scritto alla casa editrice  “il congiuntivo e’ morto?!

Elisabetta Bagli madre mia… che tragedia…

Andrea Leonelli da sempre il congiuntivo ha avuto salute cagionevole ed è troppo simile alla congiuntivite per stimolarne l’utilizzo…

Rita Sanna Comunque mi sono sempre trovata bene!

Irma Panova Maino succede anche questo? Queste sono chicche preziose da immortalare come pillole del buonumore!

Rita Sanna A me facevano incavolare… “l’atrio non è l’antro!”una delle tante chicche!

Irma Panova Maino un giorno potresti scrivere un libro raccontando la tua esperienza di insegnante?

Rita Sanna L’ho fatto… eccome se l’ho fatto… è il mio primo libro “Il vento della vita”

Irma Panova Maino un libro che però a noi non hai mai passato. Ecco perché ne siamo all’oscuro

Rita Sanna Esiste nella mia pagina… in fondo!

Irma Panova Maino troppo in fondo per i miei gusti, lo volevamo in vetrina con gli altri.

Rita Sanna Un breve memoriale autobiografico sul tutto il mio percorso di insegnante

Irma Panova Maino lasciaci una tua ultima considerazione Rita, un tuo pensiero per concludere questa bella chiacchierata,  manca solo una domanda proposta da Giuliana Guzzon. e poi le tue conclusioni finali

Andrea Leonelli Giuliana Guzzon Non pensi che per la poesia bisogna avere un “dono” come per la musica o la pittura?

Rita Sanna eccomi! Certo, la poesia è l’espressione pura e genuina di uno stato d’animo. E’ “creazione” anche la poesia, nata ancora prima della stessa scrittura.

Giuliana Guzzon Ma non tutti riescono nell’espressione poetica, è un viaggio che procede in stasi imperfetta verso la metamorfosi, in cerca di una forma entro la quale il canto possa finalmente trovare pace tra la vicissitudine tragica dell’esistenza alla ricerca dell’anima. La forma e l’espressione nonché la metrica la distinguono.

Rita Sanna e mo’ che scrivo? “Sa coa est sempri mali a scrosciai” (sardo!): la coda è la parte sempre più difficile da scuoiare

Andrea Leonelli Grande Rita!

Elisabetta Bagli caspita, un bel detto, molto significativo!

Irma Panova Maino ora regalaci un tuo pensiero finale per la buonanotte

Rita Sanna Dico che sono rimasta contenta d’aver fatto un bella conversazione con voi tutti… con la speranza che dal virtuale si possa passare al reale

Irma Panova Maino diciamo pure che l’ironia è una dote che di certo non difetta la nostra Rita. Grazie Rita per la splendida conversazione e per aver dato modo a tutti noi di conoscerti un po’ meglio

Andrea Leonelli Grazie Rita per essere stata con noi stasera!

Elisabetta Bagli Grazie mille e a presto!!!

Andrea Leonelli Ringraziamo tutti quelli che hanno partecipato con noi a questa intervista e attenti che la prossima volta potrebbe toccare a voi!

 

Related Post

4 commentsOn Rita Sanna

  • Con il mio buona sera a Rita, principalmente, autrice stupenda, e poi a tutti, dopo aver letto le domande e le risposte ho solo un rimpianto: essere giunta così tardi ma, purtroppo, c’est la vie!

  • Si Andrea, me lo auguro, mi piacciono queste forme di incontro

  • Armando Senior Tatta

    Condivisibile e intellettualmente solleticante questo “Convivio culturale”. Un plauso di ammirazione alla Scrittrice per le sue variegate risposte ai quesiti; alle intervistatrici ed intervistatori intervenuti con domande perspicaci e sempre pertinenti. Una menzione particolare per il dott. Andrea Lionelli. Con stima e cordialità’.

Leave a reply:

Your email address will not be published.

12 + 5 =

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Mobile Sliding Menu

Translate »