Crea sito

Cover Cup girone 9: la cover vincitrice

Intervista a Andrea Tavernati vincitore della Cover Cup girone 9 con la copertina di “L’Intima Essenza”

  1. La tua cover ha vinto la nostra Cover Cup, che sensazione ti dà sapere che è stata scelta fra altre sette copertine?

Una conferma della bontà del lavoro fatto con EEEBook anche dal punto di vista grafico. L’equilibrio tra scelta dei caratteri ed immagine dovrebbe prima di tutto suscitare un’attesa e costituire un invito a procedere oltre nella lettura. Un intento che è riuscito ad incuriosire chi si è trovato a scegliere. Mi ha fatto molto piacere.

  1. La cover è il biglietto da visita di ogni libro e ne dovrebbe caratterizzare il contenuto, la tua che cosa rappresenta?

L’Intima Essenza è un libro di haiku e un libro di poesia come percorso interiore. La copertina si ispira, da un lato, al profondo sentimento che lega la tradizione zen giapponese alla natura e dall’altro alla sensibilità occidentale che fa dell’esperienza dei propri sensi uno specchio per gli stati d’animo individuali. Volevo che questo dialogo tra soggettività ed oggettività fosse espresso già nella copertina.

  1. Alcuni, talvolta, scelgono un’immagine per la loro cover che esprima il loro pensiero, per te che significato ha questa particolare immagine?

Un significato stratificato: la fotografia è stata scattata da mia figlia lungo l’autostrada, rientrando da una vacanza estiva in Francia. Il fumo che si vede è quello di un incendio che devastava la vegetazione sulle colline dell’entroterra in Provenza. Il sole, parzialmente oscurato dal fumo, è già un simbolo dello sforzo di capire se stessi e della difficoltà di farlo. Poi c’è il contesto del viaggio, interiore e della vita, e di un ritorno, ma di ritorno verso cosa? Che è anche un allontanarsi, da cosa?….

  1. Spesso vengono proposte diverse alternative, tu hai avuto difficoltà nello scegliere?

No, perché avevo già in mente questa immagine come possibile ideale apertura per L’Intima Essenza e quando EEEBook ha accettato di pubblicare il libro non ho avuto difficoltà a proporla.

  1. Molti scelgono di avvalersi di un grafico, altri lasciano fare alla Casa Editrice, altri ancora preferiscono provvedere personalmente. Nel tuo caso, chi ha deciso per questa cover?

EEEBook si è dimostrata assolutamente disponibile a realizzare i miei desideri. Tieni presente che lavoro in una agenzia pubblicitaria, quindi ho a che fare ogni giorno con le scelte di impaginazione. Volevo una copertina molto semplice con grande spazio dedicato all’immagine, che consideravo fortemente evocativa, e il minor numero possibile di altri elementi; testi con un carattere pulito e senza fronzoli, disposti ad epigrafe. Volevo trasmettere anche visivamente l’essenzialità  del titolo. La Casa Editrice ha capito e mi perfettamente assecondato.

  1. Con il tempo, a volte, cambiano le prospettive e le esigenze, tornando indietro la sceglieresti ancora?

Come capirai da quello che ho detto finora, assolutamente sì: credo che sia la copertina giusta per quel “viaggio” che è l’Intima Essenza e finora non ho sentito sorgere entro di me nessun desiderio di cambiarla. Tra l’altro il libro non ha ancora compiuto un anno di vita…

  1. Alcune copertine vivono di vita propria e potrebbero raccontare una storia parallela alla trama del romanzo che rappresentano, hai qualche aneddoto particolare riguardo alla tua cover?

No, se non che l’incendio era veramente vicino all’autostrada e ai sentimenti che ho descritto sopra si mescolava anche una certa inquietudine! Vedevamo i Canadair pescare l’acqua di mare un chilometro o poco più alla nostra destra, volare sulle nostre teste e svuotare i loro cassoni sulle fiamme non proprio lontanissime da noi….

Related Post

One commentOn Cover Cup girone 9: la cover vincitrice

Leave a reply:

Your email address will not be published.

sedici + due =

*

Mobile Sliding Menu

Translate »