Crea sito

Cover Cup girone 13: la cover vincitrice

Intervista a Cristiana Verazzo, vincitore della Cover Cup girone 13 con la copertina di “L’enigma dell’Opale”

  1. La tua cover ha vinto la nostra Cover Cup, che sensazione ti da sapere che è stata scelta fra altre sette copertine?

Ancora non ci credo, mi sembra uno stupendo, magnifico sogno! Ce n’erano alcune molto belle ed evocative, ma ringrazio dal profondo del cuore tutti quelli che hanno votato la mia, decretandola come vincitrice. Grazie!

  1. La cover è il biglietto da visita di ogni libro e ne dovrebbe caratterizzare il contenuto, la tua che cosa rappresenta?

Riguarda direttamente la storia narrata nel libro, la ricerca di questa magica pietra da parte della protagonista… e il suo entourage.

  1. Alcuni, talvolta, scelgono un’immagine per la loro cover che esprima il loro pensiero, per te che significato ha questa particolare immagine?

Molto evocativo, quasi mistico. In più la mano ritratta è di una mia cara amica, quindi ci sono affezionata anche per altri motivi.

  1. Spesso vengono proposte diverse alternative, tu hai avuto difficoltà nello scegliere?

Assolutamente no, l’avevo già chiara in mente mentre stendevo il romanzo. Certamente ho vagliato qualche proposta, ma la mia mi è sempre piaciuta di più.

  1. Molti scelgono di avvalersi di un grafico, altri lasciano fare alla Casa Editrice, altri ancora preferiscono provvedere personalmente, nel tuo caso, chi ha deciso per questa cover?

La scelta è stata mia, così come il materiale (vedi risposta 3), ma abbiamo lavorato virtualmente gomito a gomito con la bravissima grafica della CE.

  1. Con il tempo, a volte, cambiano le prospettive e le esigenze, tornando indietro la sceglieresti ancora?

Certamente! È una delle cose più belle del libro.

  1. Alcune copertine vivono di vita propria e potrebbero raccontare una storia parallela alla trama del romanzo che rappresentano, hai qualche aneddoto particolare riguardo alla tua cover?

Posso dire di aver davvero stancato la mia amica! Lei vive a Roma, io vicino Napoli. Lei tornò un sabato sera tardissimo a casa dei suoi genitori, ma si svegliò comunque molto presto la domenica per accontentarmi, concedendomi dei magnifici scatti. Onestamente credo che volesse ammazzarmi, ma il sonno deve aver prevalso visto che sono ancora qui.

Link all’acquisto: Amazon

Related Post

One commentOn Cover Cup girone 13: la cover vincitrice

Leave a reply:

Your email address will not be published.

diciotto + 2 =

*

Mobile Sliding Menu

Translate »