Crea sito

Il Gioco di Libri di Maurizio Antenore – HEDULIS

In Blog, Gioco di libri

gioco-di-libri-mds

Il Gioco di Libri di Maurizio Antenore – HEDULIS

Se il tuo libro fosse una città, un colore, un quadro, un animale o una canzone, quale sarebbe? Prova a giocare con noi e lascia che la fantasia ti suggerisca le risposte giuste. In questo modo promuovere un libro sarà un po’ diverso dal solito e darà modo ai lettori di comprendere meglio anche  l’autore.

HEDULIS – Le tre Sorelle

I tre personaggi sono Entità spirituali nate subito dopo la formazione primordiale dell’Universo (quello che conosciamo come “Big Bang”), forme di vita di pura energia, originatesi spontaneamente in un caos ambientale in continua fase di espansione. Sono le prime venute alla luce e facenti parti di una cospicua quantità di Esseri simili, nate in seguito e paragonabili a gemelle, che vissero in una situazione incantata, simile a un Paradiso e falsamente convinte di un’esistenza eterna, sino a quando il loro ambiente cominciò a raffreddarsi.

Il gelo e il contemporaneo condensarsi della materia in grandi masse come pianeti e stelle, causa di danni alla loro essenza con il semplice contatto, furono elementi fatali che innescarono l’inizio della loro estinzione. In seguito alla morte dell’ultima nata, in circostanze drammatiche, tutte decidono di separarsi e affrontare singolarmente, in totale solitudine, un viaggio ai confini dell’Universo, lasciando le tre anziane Sorelle a vegliare il luogo di quell’inaspettato decesso, ormai divenuto un simulacro, una tomba. Sole, rassegnate a una fine inevitabile, una delle tre individua casualmente, in una particolare zona della Galassia, qualcosa che riconosce come una nuova forma di vita in tutto e per tutto simile a Loro.

Attratte inspiegabilmente da quelle “Entità” (in realtà le Anime di tutte le forme di vita originarie del pianeta natio), decidono di avventurarsi, sfidando il gelo circostante e la pericolosa materia, verso quel luogo cui intravvedono anche una pallida parvenza di salvezza. Solo la terza Sorella, per motivi che rimarranno ignoti alle altre due sino a un determinato episodio di quest’avventura, è contraria ad aggregarsi restando vicino alla “tomba” dell’ultima nata pur mantenendo un contatto mentale con le due Sorelle consigliandole, di volta in volta, in caso di necessità.

Le due Sorelle, giunte a destinazione, tentano di interagire con le “Entità” ma durante le iniziali e difficili fasi di comunicazione, subiscono una particolare mutazione diventano loro stesse, il “luogo” di permanenza delle Anime, un guscio protettivo, dove queste convivono in una sorta di simbiosi. Con il passare dei secoli, si amplia un legame tra le Sorelle e l’Umanità tramite i Medium ma la comunicazione è imperfetta, offuscata da differenze fisiche e mentali che si traducono in fraintendimenti; i messaggi sono percepiti dai Sensitivi in modo confuso, offuscati come in un sogno dopo un repentino risveglio e le visioni rielaborate. Il peggio è la reinterpretazione in chiave totalitaria, dispotica e superstiziosa, dei loro successori, ovvero di chi aveva il dovere morale di mantenere il messaggio originale di pace e fratellanza.

La trama assume di volta in volta l’aspetto di un giallo; è un indagine che scava sull’origine di Creature che evolvono in Entità simili alle Sorelle; domande apparentemente insolute (chi sono questi esseri di materia vivente? Da dove provengono? Esiste una correlazione con le Sorelle o sono Entità totalmente dissimili, indipendenti? La loro conoscenza è frutto di un banale evoluzione o ne sono coscienti sin dalla nascita? Perché i loro riti, credenze religiose, templi e Divinità sono così simili l’uno con l’altro?) si riveleranno alla fine di questa avventura dallo stile alternativo, assolutamente profano.

Se il mio libro fosse

Una città: NEW YORK

(Konstantin Petrov)

 È indubbiamente una città unica nel suo genere che accomuna colossali strutture urbanistiche di vetro e acciaio con aree ottocentesche e immensi parchi; un variegato micro cosmo dove soggiorna un altrettanto variegata popolazione proveniente da ogni dove e con una predominanza, almeno sino agli anni ’30, di italiani.

Ora la popolazione supera, di gran lunga, gli 8,5mio di persone e dove si contano la bellezza di 170 lingue differenti.

Non l’ho mai vista di persona ma sarà tra i luoghi dove intendo recarmi anche per soli pochi giorni; sono del parere che se si desidera visitare tutto il pianeta, basta mettere piede in New York e spaziare tra il futuristico centro, fare un salto nel passato visitando centri urbanistici in stile Art Deco e vittoriani, tra strutture risalenti alla metà del 1600 o tuffarsi negli immensi parchi.

Un film: SAUSAGE PARTY

Questa scelta può sembrarvi azzardata da proporre in questo contesto; è ovvio! Quale scrittore non vorrebbe che si avverasse una simile eventualità? Ma ve la segnalo ugualmente, come una curiosità.

È un film animato molto divertente, più indirizzato a un pubblico adulto, ma vi invito “caldamente” (scusate il gioco di parole) a vederlo, anzi… “gustarlo”. In un supermercato chiamato Shopwell’s il cibo e gli altri articoli in vendita adorano i compratori umani, ritenendoli degli Dei che li porteranno nel “Grande Oltre” quando li acquisteranno… e qui mi fermo! Il film è del 2016 e l’aspetto comune con il mio racconto (del 2012) è proprio il concetto di “anime che alimentano le Divinità”.

Gli alimenti, impersonati in questo film, sono gli stereotipi del mondo umano e manifestano l’incondizionato credo in Dio in variegate forme religiose; ad esempio un lavash halal (una piadina tipica dell’Armenia) di nome Kareem Abdul Lavash è il modello di islamista che attende il passaggio nel “Grande Oltre” per congiungersi con almeno 30 bottiglie di olio vergine (!). Altri personaggi risulteranno essere gli ideatori di varie forme di racconti (religioni) per evitare di far trapelare l’orribile verità: divenire alimento degli Dei.

Ovviamente i parallelismi tra il mio racconto e questo film non sono paragonabili ma il concetto di base è lo stesso.
Se credete nel paranormale, nel misticismo, provate a domandarvi: “quante possibilità abbiamo che due o più individui sviluppino la medesima idea sul destino delle anime?

Una scultura: LA SIRENETTA

È il soggetto che esprime nella sua semplicità, più di ogni altro, il legame tra il mondo fantastico e reale; persino il suo creatore, Edward Eriksen, non osò rappresentarla come la maggior parte delle icone femminili greche, grandiosa e procace. È alta solo 1,25m e induce un senso di melanconia e vulnerabilità, un icona ben differente da altre statue gigantesche e sicuramente più famose, simbolicamente poste all’ingresso di città, come la Statua della Libertà o su picchi altissimi come il Cristo Redentore in Rio de Janeiro. La sua manifesta vulnerabilità è fonte di vergognosi atti di vandalismo tanto da costringere le autorità a sostituire l’originale con una copia in metallo.

Un animale: IL GHEPARDO

Un gatto… un cane… gli zoologi lo hanno in passato catalogato in modi differenti perché ha molti tratti in comune sia con i felini sia con i canidi. La sua dolcezza è pari alla sua maestosa bellezza ed eleganza, tanto che ancora adesso qualcuno lo alleva in cattività e questo è un fatto positivo perché sarà la sua assicurazione contro l’estinzione per la perdita dei territori di caccia.

Una canzone: Scream & Shout di Will’I am

Non provate a tradurre le parole di questa canzone; non le troverete sicuramente inerenti al racconto in oggetto, ma seguite il consiglio: concentratevi solo sulle note e il motivo puramente sonoro del dialogo. Le immagini del video clip completano il quadro.

Forza, azione, ambienti surreali tra il paradisiaco e l’infernale: questi sono alcuni degli aspetti che si possono manifestare in un ambiente mistico o in un mondo alieno! Spesso realizzai molti racconti facendomi condurre virtualmente dalle note di una canzone e inserendo titoli e nome del cantante/autore, nell’ambito del capitolo.

Alla fine comprenderete quanto una canzone possa sviluppare, in uno scrittore, un evento astratto e renderlo reale, coinvolgente, con pochi tratti di inchiostro…

 

 

 

Related Post

You may also read!

Archivi di storia: la settimana della caduta del fascismo in Italia.

Condividi: Archivi di storia: la settimana della caduta del fascismo in Italia. di Paolo Fiorino   24 luglio 1701 – Nel

Read More...

4 chiacchiere con Jean-Luc Picard

Condividi:                                     

Read More...

Gli stadi del lettore: le fasi che ogni amante dei libri si trova ad attraversare…

Condividi: Gli stadi del lettore: le fasi che ogni amante dei libri si trova ad attraversare… Un’ironica illustrazione mette

Read More...

Leave a reply:

Your email address will not be published.

12 − 4 =

*

Mobile Sliding Menu

Translate »