Crea sito

I vincitori di TDGC

In News, Pensieri

Copertina all'ultimo momento fronteI vincitori di TDGC e alcune considerazioni

La finale del secondo Premio Letterario Nazionale Terra di Guido Cavani, tenutasi sabato 1° ottobre all’auditorium Enzo Ferrari di Maranello, ha confermato, semmai ce ne fosse stato bisogno, che l’Italia è un paese fertile da un punto di vista culturale e letterario, anche a dispetto di chi vorrebbe la popolazione priva di immaginazione, fantasia e capacità espressiva.

Di fronte a tanti talenti diviene difficile non porsi alcune domane come, ad esempio, chiedersi perché la ragione comune vuole l’italiano più simile a una “capra” (la citazione è d’obbligo), piuttosto che a un essere senziente. Le leggende metropolitane ci dipingono come ignoranti, incapaci di leggere null’altro che la Gazzetta dello Sport e totalmente privi di quelle capacità che portano le Grandi Penne mondiali alla ribalta, alla faccia nostra. E il dubbio sorge spontaneo: non è che per caso sia il sistema editoriale a non mettere in risalto i nostri scrittori?

Ovvero, non è che spargendo ai quattro venti informazioni tendenti ad affossare le possibilità dei nostri talentuosi emergenti, si crea quella sorta di potere che tiene in pugno le masse e le costringe a soggiacere a un gioco di ignoranza voluta?

Ok, va bene, questo è un discorso politico che nulla ha a che vedere con la finale del Premio e dei suoi vincitori. Tuttavia, vedere i volti sorridenti degli autori, scorgere l’orgoglio trasparire dai loro occhi e rendersi conto che sono davvero bravi e hanno tutto il diritto per sentirsi nell’animo degli scrittori… beh, un po’ di rabbia viene. E ci coglie pensando a quanto sarà difficile, pericoloso e irto di insidie il loro cammino. Quanti personaggi ambigui e poco affidabili incontreranno e a quante delusioni, purtroppo, andranno incontro. Siamo immensamente felici per tutti coloro che sono arrivati in finale, perché sono davvero passati attraverso diversi livelli di giudizio e lo hanno fatto con le loro sole forze, con la loro capacità di saper raccontare una storia e di saperlo fare provocando emozioni nel lettore. Fra di loro ci sono i novelli Hemingway, King, Eco, Manfredi, Asimov… eppure non lo sa nessuno e saranno veramente pochi quelli che crederanno in loro, offrendo l’opportunità di poter andare avanti. L’editoria nostrana, parliamo ovviamente di major, raramente investe negli esordienti e negli emergenti e quando lo fa (miracolosamente), le condizioni contrattuali sono così avverse da poter anticipare il fallimento ancor prima che sia mosso anche solo il primo passo promozionale.

Dunque, cari i miei autori, sappiatelo, in questo mondo contraddittorio siete soli, ma non è necessariamente detto che dobbiate restarlo per sempre. C’è sempre la possibilità di poter unire le proprie forze ad altri e, aiutandosi a vicenda, trovare comunque una strada verso quella vetta che pare “irraggiungibile”. Da soli è difficile, diventa molto più facile arrivare alla meta quando si è in tanti e si possono valicare i muri delle consuetudini obsolete e dei falsi preconcetti.

I vincitori di TDGC:

PRIMO GIORNO DI PRIMAVERA Chiara Sbrissa
TRACCE NELLA NEVE Claudia Rinaldi
IL CASO Claudia Corvo
PERFINO UN OROLOGIO FERMO Davide Bacchilega
PER L’ULTIMA VOLTA Antonella Mattei
I VUOI CENARE CON ME? Maria Ellena
IL PASSO E L’OMBRA Mariella Piccolo
I L’ULTIMO MIRAGGIO Leonardo Pedrotti
ANDATA SENZA RITORNO Maurizio Gilardi
RACCONTO DELL’APPARTAMENTO Giovanni Gigliano
IL PIANETA HA FAME Antonio Milicia
IL DOLORE CHE AMMALA Doralisa D’Urso
ZONA CESARINI Alessandro Manzi
L’APPRODO CI È IGNOTO Marisa Provenzano
VIENI CON ME Antonietta Cantiello
LA MORTE DEL KILLER Michele Melillo
TÈ PER DUE Vanes Ferliní

Nella sezione giovani:

I DIARIO DI UNA RAGAZZA CHE NON CONOSCEVA IL FUTURO Elena Zizzola
NON SO SE SARÀ POSSIBILE Giorgia Rinaldi
I COSA SCATURISCE DAL VISSUTO Luigi Gisolfi
IL PARCO TEMPORALE Mattia Perini
I QUESTO NOSTRO PICCOLO NUOVO MONDO Francesca Veneziani
I SONO PURA ESSENZA VAGANTE Giacomo Villani

 

 

Related Post

You may also read!

Giorni Selvaggi, a Torino la grande stagione degli autori internazionali

Condividi: Giorni Selvaggi, a Torino la grande stagione degli autori internazionali Tre Premi Pulitzer (William Finnegan, Colson Whitehead anche National Book

Read More...

Quando leggere libri era una scusa per mangiare e ubriacarsi

Condividi: Quando leggere libri era una scusa per mangiare e ubriacarsi I “book club” del ’700 riunivano appassionati di

Read More...

Al via la prima edizione del Concorso letterario “Racconti Abruzzo-Molise”

Condividi: Al via la prima edizione del Concorso letterario “Racconti Abruzzo-Molise” Ecco il bando del Concorso letterario gratuito “Racconti

Read More...

Leave a reply:

Your email address will not be published.

2 × uno =

*

Mobile Sliding Menu

Translate »