Crea sito

I lettori su internet e social valgono quanto quelli dei libri?

In Blog, News dal Web

I lettori su internet e social valgono quanto quelli dei libri?

L’Associazione editori analizza i profili di chi si interessa a narrativa e saggistica oltre il libro tradizionale. E l’83% degli italiani diventa lettore

di Luca Zorloni

L’Italia non gode di posizioni felici nelle classifiche internazionali di lettura. L’Istat ha calcolato che nel 2016 il 57,6% di cittadini del Belpaese non abbia letto alcun libro nell’anno precedente. Secondo l’Associazione italiana editori (Aie), presentati alla fiera Tempo di libri a Milano, nel 2016 l’esercito dei non lettori italiani si è allargato di oltre 4 milioni di persone rispetto a 12 mesi precedenti, superando i 33 milioni di persone. E mentre i lettori forti (coloro che leggono almeno un libro al mese) sono il 5,7%, l’erosione alla lettura colpisce i lettori deboli e occasionali.

Chi sono le persone che non leggono? Sono soprattutto uomini (64,5%) e aumentano con l’età. Tuttavia Istat e Aie rilevano che la maggior emorragia di lettori si è registrata tra i giovani e giovanissimi: +9,3% per la fascia 6-10 anni, 13,9% per 11-14 anni e 11,7% tra 15 e 17 anni. La ricerca presentata a Tempo di libri non conferma solo le certezze sui non lettori già note, come il fatto che crescano all’aumentare dell’età o che siano più diffusi tra chi ha titoli di studio più bassi.

Al contrario, dall’indagine emerge che i non lettori crescono anche tra chi ha familiarità con cinema, mostre e teatri. Anche chi ha seguito almeno tre spettacoli fuori casa legge meno rispetto al passato: è il 28,2% del totale contro il 21,7% del 2010.

Tuttavia l’Aie si è domandata se non sia il caso di rimettere in discussione il concetto tradizionale di lettura. Chi non legge un libro, ma consuma racconti di fanfiction in rete o consulta ricettari online o, ancora, si documenta su articoli specialistici, può essere considerato un lettore allo stesso modo di colui che legge un romanzo tradizionale, sfoglia il manuale di cucina della nonna o è abbonato a riviste di settore? I vertici di Aie si sono chiesti se la domanda che Istat pone agli italiani quando effettua i suoi sondaggi sia ancora attuale: “Ha letto almeno un libro nei 12 mesi precedenti l’intervista per motivi non strettamente scolastici o professionali?”

Non è solo questione di filologia e purezza della lettura.

Sorgente: I lettori su internet e social valgono quanto quelli dei libri? – Wired

Related Post

You may also read!

Il futuro dei manga è digitale

Condividi: Il futuro dei manga è digitale di Alessandra Rotondo Il mercato dei fumetti, in Giappone, è sempre più legato agli

Read More...

Caporetto, Vittorio Veneto, El-Alamein: la settimana delle grandi battaglie per Archivi di Storia

Condividi: Archivi di storia: la settimana delle grandi battaglie. di Paolo Fiorino 23 ottobre 1520 – Carlo d’Asburgo viene incoronato imperatore del sacro

Read More...

Le notizie cantate, ovvero come ci si informava prima che inventassero i giornali

Condividi: Le notizie cantate, ovvero come ci si informava prima che inventassero i giornali Erano ballate in rima su

Read More...

Leave a reply:

Your email address will not be published.

15 + 7 =

*

Mobile Sliding Menu

Translate »