Crea sito

Due passi a Jinbōchō, il quartiere di Tokyo con 10 milioni di libri

In Blog, News dal Web

Due passi a Jinbōchō, il quartiere di Tokyo con 10 milioni di libri

Jinbōchō è il quartiere di Tokyo rinomato per la presenza di circa 200 tra librerie antiquarie, di catena e di libri di seconda mano.

di Daniele Dell’Orco

Sen no Rikyū (1522-1591) è stato per tutti il più importante monaco buddhista giapponese ad essersi occupato della trasformazione, la pratica e la diffusione del Cha no yu, la Cerimonia del tè. Fu maestro del tè di importanti personaggi politici, come il samurai Oda Nobunaga e il generale Toyotomi Hideyoshi. L’importanza di Rikyū è riassunta da un concetto fondamentale del suo pensiero: il wabi-cha. Al sabi, cioè la patina del tempo che segna l’aspetto delle cose e allo yūgen, l’incanto sottile che non si può descrivere con le parole, tanto caro agli autori dei drammi Nō, Rikyū aggiunse questo concetto che dopo di lui diverrà il fulcro di tutta l’estetica Zen.

Fu un arbitro di eleganza, a cui fa riferimento gran parte del concetto di estetica giapponese. Rikyū cercò in tutti i modi di insegnare ai suoi allievi, in particolare a Hideyoshi, l’essenza della semplicità. C’è un famoso aneddoto in grado di illustrare in modo perfetto il suo metodo. Il giardino dei convolvoli di Rikyū era famoso per la sua bellezza. Venutone a conoscenza, Hideyoshi chiese di essere invitato ad ammirarlo. E così avvenne, ma quando arrivò non vi erano più piante; erano state tutte falciate. Turbato, Hideyoshi si ritirò nella vicina sala del tè. Nella modesta disposizione di ori della nicchia vi era un solo convolvolo, l’unico sopravvissuto, superbo nella sua raccolta semplicità. Si narra che il signore feudale l’abbia ammirato, poi abbia annuito e ammesso a se stesso di aver capito la lezione.

Il bello, l’essenziale, l’elegante. Tutto racchiuso in un’unica espressione sensoriale. L’esemplificazione perfetta del concept di libreria ideato da Yoshiyuki Morioka, che nell’elegante e sciccoso quartiere di Ginza, a Tokyo, ha avuto tre anni fa l’idea di contrapporre alle boutique d’alta moda un bookshop molto particolare: vende infatti un solo libro alla settimana.

continua su: Due passi a Jinbōchō, il quartiere di Tokyo con 10 milioni di libri – Cultora, Cultora

Related Post

You may also read!

La settimana della strage di via d’Amelio per Archivi di Storia

Condividi: Archivi di storia: la settimana della strage di via d’Amelio. di Paolo Fiorino 16 luglio 1945 – Nell’ambito del progetto

Read More...

La settimana della presa della Bastiglia per Archivi di storia

Condividi: Archivi di storia: la settimana della presa della Bastiglia di Paolo Fiorino   9 luglio 1943 – Forze alleate eseguono

Read More...

La settimana della scomparsa di Jim Morrison per Archivi di storia

Condividi: Archivi di storia: la settimana della scomparsa di Jim Morrison di Paolo Fiorino   2 luglio 1900 – Primo volo,

Read More...

Leave a reply:

Your email address will not be published.

3 + sedici =

*

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.

Mobile Sliding Menu

Translate »