Crea sito

Come postare su Facebook in modo corretto

In Aiuti

Facebook all Over the WorldPrendete nota e fatene un buon uso.

Molti di voi utilizzano la piattaforma di Facebook per promuovere le proprie opere, magari condividendo la pagina direttamente dal proprio blog o sito personale, nonché da quelle di altri. Purtroppo sono ancora troppi gli utenti che lo fanno in modo scorretto, a casaccio e ottenendo un risultato totalmente svantaggioso, inutile se non addirittura molesto e deleterio. Non postate la vostra promozione tutti i santi giorni e sempre negli stessi gruppi, soprattutto quando allegate sempre e solo la stessa immagine e scrivete sempre e solo le stesse cose.  Al primo passaggio magari qualche curioso lo trovate, al secondo i curiosi svaniscono come neve al sole e forse al terzo un’anima compassionevole vi mette un “mi piace” per pura pena. Dal quarto in poi nessuno, ma proprio nessuno si soffermerà sul post, sull’immagine e su quanto avrete cercato di comunicare. Quindi pianificatevi le condivisioni, alternate i gruppi e fate in modo che il vostro messaggio compaia solo una volta alla settimana, in modo da non diventare molesti. In quanto ai gruppi, sceglieteli con cura. Se il vostro è un comunicato generico, un articolo di interesse comune o comunque una notizia che potrebbe incuriosire, allora considerate quei gruppi contenitore in cui è possibile trovare anche qualcuno disposto ad aprire con voi una discussione. Se invece il vostro post verte sulla promozione della vostra opera, fate attenzione alle tematiche dei gruppi ed evitate di mettere il vostro libro di fantascienza (ad esempio) in un gruppo che tratta romanzi rosa. Inoltre, sempre per quel che riguarda il discorso dei gruppi, leggete SEMPRE l’informativa posta a lato che identifica il gruppo stesso. Cercate di comprendere se vi sono delle regole e se queste regole possono essere compatibili con le vostre esigenze. Eviterete, in questo modo, inutili richiami e risposte scortesi. Ricordate sempre che siete in “casa” d’altri e potrete compiere solo ciò che vi sarà concesso di poter fare. Non abusate dell’ospitalità che vi viene offerta e cercate di essere cortesi anche quando non lo saranno con voi. Quindi postate, ma con criterio e sappiate che nei gruppi, in cui tutti mettono i propri post sconsideratamente, senza minimamente badare a ciò che postano gli altri, nessuno farà caso a quanto avrete appena condiviso. In sostanza: se voi non vedete quelli degli altri, perché gli altri dovrebbero vedere il vostro? Per quel che riguarda il materiale che avete a disposizione, sempre nel caso in cui trattasi della propria opera, non condividete tutto in una sola mandata, suddividete ancora una volta i contenuti e postateli uno alla volta e in giorni diversi, possibilmente offrendo delle varianti anche per quel che riguarda l’impostazione. Se potete, cambiate immagine in modo da dare maggiore risalto alla vostra opera, vi sono programmi sul web che possono farlo per voi gratuitamente e una lista la potete trovare QUI, sarà più divertente per voi e per chi vedrà i vostri comunicati. Non postate mai e poi mai nelle bacheche degli altri profili, soprattutto se trattasi di persone poco conosciute. Chiedete il permesso di poterlo fare, se non volete passare per persone maleducate e incivili. Il rischio che correte è quello di essere cancellati dalla vostra vittima e di venire additati a vita come molestatori o, peggio ancora, di venire segnalati con la conseguenza fastidiosa che poi il sistema automatico di Facebook procederà a bloccare il vostro profilo. Infine, ultima considerazione, cercate di interagire con gli altri utenti, uno scambio di idee, magari costruttivo e proficuo, vi renderà dieci volte più visibili di qualsiasi altra promozione.

You may also read!

Il figlio della colpa

Condividi: Facebook Twitter LinkedIn Pinterest Il figlio della colpa di Fabrizio Peronaci link all’acquisto Una suora alle prese con

Read More...

La settimana della strage di via d’Amelio per Archivi di Storia

Condividi: Facebook Twitter LinkedIn Pinterest Archivi di storia: la settimana della strage di via d’Amelio. di Paolo Fiorino 16

Read More...

La settimana della presa della Bastiglia per Archivi di storia

Condividi: Facebook Twitter LinkedIn Pinterest Archivi di storia: la settimana della presa della Bastiglia di Paolo Fiorino   9

Read More...

Leave a reply:

Your email address will not be published.

14 − cinque =

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Mobile Sliding Menu