Crea sito

Uria Davide

a cosa serve un cuoreA cosa serve un cuore?

Link all’acquisto

www.davideuria.it

Sinossi

Raccolta di Poesie nate da un disagio interiore, dalla necessità di ritrovare un senso e una propria dimensione, in uno spazio sia fisico che spirituale. Rimorsi, rimpianti, tragedie, tradimenti, disprezzo nei confronti del comune pensiero, del comune agire. Un poeta “scomodo” che vive il presente in continua lotta con gli aneddoti del passato e perennemente tormentato da un avvenire enigmatico e sconosciuto. Una voce di protesta, ruvida, tagliente e soffocata dal timore, ci racconta la sua esperienza, decantando sia le meraviglie che il degrado della vita. Una voce speranzosa si alterna a note di sconforto, ricordando a tutti che la vita non è altro che una grande opera che fluttua nella menzogna. Un occhio critico che traccia il percorso di un individuo, che si ritrova costantemente dinanzi all’ ottusismo e alla malvagità della società-madre di cui è figlio.

Biografia

Davide Uria nasce a Trani nel 1987. Luogo di riferimento la sua città natale diventa fondamentale per l’evoluzione della sua poetica. Sin dadavide uria bambino è manifesta in lui una spiccata propensione per la creatività, mostrando attitudini verso le materie artistiche e per quelle umanistiche prediligendo l’arte visiva, la lettura e la scrittura. Nel 2005 Partecipa e si aggiudica il terzo posto al Concorso Nazionale di Poesia e l’anno successivo è ospite alla manifestazione Notti di Poesia a Cassano Murge (BA), evento di notevole importanza culturale tanto essere citato dalla testata giornalistica LaRepubblica. Nello stesso anno intanto si diploma presso l’istituto di Grafica Pubblicitaria di Andria (BT). Nel 2008 è coinvolto nella redazione di un libro gestito ed edito dal collettivo di Lettere e Filosofia dell’Università degli Studi di Bari, dal titolo LIBERTA’ D’ IDENTITA’. Nel 2010 comincia il suo percorso universitario presso l’Accademia di Belle Arti di Bari. Dal 2 all’ 8 gennaio 2012 presso il palazzo palmieri di Trani cura l’allestimento e la grafica di un evento artistico intitolato “minuscule” nato con l’intento di creare uno spazio non solo ideale ma anche fisico di quelle che sono le nostre emozioni più recondite attraverso scatti fotografici, installazioni e video, uno spazio che servisse ai più da contenitore e luogo di incontro, dove le arti trovano un punto di contatto tra loro, comunicano, diventano protagoniste o fanno da scenario agli eventi extra che hanno reso peculiare la scansione dell’ andamento dell’ intera “manifestazione”. Aspetto non ordinario, della dimensione artistica che diventa sfaccettato e multiforme. Lo spazio si è quindi schiuso a esperienze di carattere artistico differente, a integrazioni, scambi. Il 4 febbraio 2012 pubblica A cosa serve un cuore? (poesie 2002-2011) con Edizioni Il Pavone , “una raccolta di poesia scritta dal giovane autore pugliese Davide Uria, sin dalle prime pagine si scorge una maturazione da poesia a poesia, probabilmente data dal fatto che tali componimenti sono stati scritti nel corso di quasi 10 anni. Quei 10 anni che molto spesso segnano il futuro di ogni persona, che tracciano una vita. La dialettica utilizzata da un autore così giovane, il tormento e la speranza, un futuro enigmatico e il continuo voler non abbassarsi ad essere un numero, come tanti, ma un essere umano unico e non comune, spiccano nel testo lasciando tracce forti in coloro che lo leggono.” Il 28 luglio 2012 è selezionato per partecipare a “Notte di Poesia al Dolmen”, evento culturale organizzato dall’Associazione Pro Loco UNPLI di Bisceglie (Bt) e dal gruppo “I Poeti della Vallisa di Bari”. La poesia di Davide è stata recitata dall’ attrice Barbara De Palma accompagnata da Federica Rubino alla chitarra acustica. La serata-evento, alla terza edizione, ha vantato la presenza di un ospite di spicco: il maestro Roberto Vecchioni. Ecco il video di “Notte di poesia al dolmen” 2012. Nel settembre dello stesso anno due poesie estratte dalla sua raccolta “A cosa serve un cuore?” vengono pubblicate nel numero di settembre di Pastiche, rivista elettrocartacea, indipendente, autoprodotta. l 2012 è anche l’anno in cui si intensifica l’attività dedicata all’arte visiva realizzando un progetto illustrativo “genealogies”, una piccola analisi incentrata sulla ricerca di un proprio ideale albero genealogico composto da strane famiglie, dove diventa incomprensibile un vero e proprio legame di parentela. Un album di famiglia dove i singoli personaggi, con le loro pose stravaganti, raccontano una storia fatta di intimità e sentimenti. Riflessioni e visioni microscopiche del senso di appartenenza attraverso cui scorgiamo l’intricata e invisibile ragnatela che ci tiene legati. Il 5 marzo 2013 inizia la sua collaborazione con la rivista JUST KIDS cura una rubrica di illustazione e poesia PAROLAimmaginata. Il 7 marzo è ospite, con la sua raccolta “A cosa serve un cuore?”, alla rassegna di poesia ideata e diretta dal biscegliese Maurizio Evangelista, “Parola di poeta” presso il teatro Mimesis di Trani. Hanno moderato la serata l’artista Mariablu Scaringella e Maurizio Evangelista. Letture poetiche dell’attrice Pia Ferrante. Il 16 luglio 2013 si laurea presso l’Accademia di Belle Arti di Bari con voto 110/110 con una tesi dal titolo “Tagliato per l’arte”.

www.davideuria.it
Pagina facebook

Twitter

Formato Libro: Ebook
Casa Editrice: Edizioni Il Pavone
ISBN: 9788896425282
Numero Pagine: 58
Prezzo: 3,99

 

Related Post

Leave a reply:

Your email address will not be published.

11 + 4 =

*

Mobile Sliding Menu

Translate »