Crea sito

Recensione da Il Mondo dello Scrittore

Recensione a “Ippolita” di Rita Sanna da Il Mondo dello Scrittore.

Ippolita non è un libro leggero, anche se a prima vista potrebbe sembrarlo, dal momento che la narrativa in essoippolita contenuta è scritta con splendida mano da chi l’italiano lo conosce molto bene. E non lo è nemmeno a causa della trama, poiché questa scorre fluida fino alla fine, senza mai subire scossoni o perdite di ritmo. Lo è per ciò che non vi è scritto e per le considerazioni che lascia aperte al lettore e per quelle domande e risposte mai scritte, che costringono in ogni caso a delle riflessioni.

Ed è esattamente questo, ciò che ogni buon libro dovrebbe fare: portare a riflettere, a porsi delle domande e a trovare delle risposte, a prescindere da quanto può aver risolto lo scrittore nel raccontare una storia coinvolgente.
In poche parole Ippolita è una donna che, varcata da tempo la soglia della maturità, decide di trasferirsi in un pensionato per anziani, pensando di essere arrivata al termine del proprio percorso. Solo l’amicizia con Martina, una giovane assistente, e con Renzo, un altro paziente dello stesso residence, riusciranno a riportare vitalità in un cuore che minacciava di lasciarsi spegnere nell’inedia e nella solitudine.
Ippolita è un simbolo, una donna fra tante che consuma la propria vita nei ricordi e nel silenzio della propria anima, trovando rifugio solo in sé stessa. Proprio come un simbolo riflette i pensieri che colgono chiunque abbia raggiunto una determinata soglia nella propria vita e, guardandosi indietro, inizia a fare conti e bilanci. È davvero così scontato il fatto che non si debba più sperare e pianificare dopo una “certa età”? Che si debba vivere solo con il nostro vissuto e con il nostro passato e che non vi sia più nulla nel nostro futuro, se non gli strascichi di ciò che abbiamo già compiuto?
Queste sono le riflessioni importanti che il libro sollecita nel lettore. Riflessioni importanti perché coinvolgono sicuramente persone che hanno ampiamente passato la gioventù e, dunque, si accingono a compiere i propri passi verso il “viale del tramonto”. Eppure, descritto in questo modo, l’imminente finale potrebbe sembrare triste e pietoso, se non addirittura deprimente. In realtà Ippolita lascia aperte le porte alla speranza e al rinnovamento. A quella gioia nello scoprire che fino a che sussiste l’ultimo respiro, la vita debba essere vissuta intensamente e pienamente, senza mai lasciarsi sconfiggere dal male di vivere. Non esistono limiti o confini per dei cuori che battono e che non si arrendono. Non esiste l’apatia per coloro che ancora guardano avanti, vedendo comunque un futuro, per quanto breve questo possa essere.
Ippolita ha vissuto e sofferto, costruito e demolito, per un breve attimo ha anche ceduto la propria vitalità pensando di non poter combattere ancora, di non avere più nulla da dare. Tuttavia, non appena il fato le ha offerto una possibilità l’ha colta al volo, rinascendo dalle ceneri di un passato che ormai non le apparteneva più. Un passato che non appartiene a nessuno di noi e che non ha mezzi per tenerci ancorati ad esso, se solo decidiamo di non volerlo. Ed è la volontà a creare la differenza, quella stessa necessità di vivere che porta la protagonista a compiere delle scelte decisive, senza lasciarsi influenzare dai fallimenti già subiti. Un coraggio e una voglia di vivere non comuni.
Il libro, scritto da Rita Sanna, presenta molte sfaccettature godibili per gli amanti del genere narrativo che preferiscono storie di vita reale, le quali non siano scontate e colme di luoghi comuni. Un libro scritto con arte e con quella capacità ritmica di portare il lettore attraverso le pagine, cullandolo fra le parole.

Un libro che consiglio vivamente.

a cura di Irma Panova Maino

Related Post

One commentOn Recensione da Il Mondo dello Scrittore

  • meravigliosa descrizione di una voglia di vivere momenti di intensi interessi mentre l’avanzar degli anni non scruta alcun traguardo

Leave a reply:

Your email address will not be published.

quattro + 10 =

*

Mobile Sliding Menu

Translate »