Crea sito

Recensione di Sauro Nieddu

Come un dessert di Adriana Riu

“Come un dessert” parla subito chiaro. Il prologo è una scena degna del miglior film hard, chiunque sia incline a moralismi o rifugga le scene forti, è avvertito sin dall’inizio e farebbe meglio ad abbandonare subito la lettura. Il romanzo racconta la storia di Andrea, una giovane donna che, insoddisfatta dalla sua vita sentimentale, preferisce continuare a cercare il divertimento fine a se stesso che cercare rifugio nell’amore a cui a smesso di credere. Questa convinzione è rafforzata dal confronto, cui è dedicata la primissima parte del romanzo, con la vita delle sue amiche che hanno scelto una vita “normale” che però si è rivelata tutt’altro che soddisfacente, e dalle esperienze precedenti della ragazza. Anche Andrea si sente in parte disposta a un rapporto stabile, ma è una cosa che dovrebbe avvenire alle sue condizioni e non tramite il compromesso Nella presunta impossibilità di trovare l’amore alle sue condizioni, Andrea preferisce il piacere, immediato e senza troppe complicazioni. L’incontro casuale con Paolo, amico e amante occasionale, da il via alla storia vera propria. Paolo propone ad Andrea di trascorrere le vacanze estive assieme a lui in “un villaggio naturista un po’ sui generis”, un luogo dove la sessualità può essere liberata senza inibizioni. Andrea accetta l’offerta dell’amico, e assieme si ritrovano in una località balneare dove davvero tutto è permesso e dove la trasgressione perde la sua valenza trasformandosi in semplice libertà dell’espressione sessuale. Lì, in un crescendo sfrenato, Andrea si lascia andare a comportamenti che mai si sarebbe sognata, sotto la guida esperta del suo amico e mentore, riesce a lasciarsi andare fino a scoprire cosa le piaccia davvero e cosa invece la sua natura rifiuta completamente. Ma c’è dell’altro l’amore arriva improvvisamente in una forma che Andrea non avrebbe creduto possibile, un ossessione che durante tutte le ferie continua martellarle dentro fino a che non trova, in maniera quasi casuale, la sua soddisfazione proprio nell’ultimo giorno. Poi la vacanza termina e arriva il momento di tornare a casa ma l’amore che Andrea ha inaspettatamente trovato, sarà davvero reale, o sarà solo parte di un sogno destinato a finire? Un romanzo crudo, questo “Come un dessert”, sia nelle scene di sesso in sé, sia nei pensieri e nelle reazioni della protagonista, che appare sempre in bilico tra l’inibizione e la voglia di lasciarsi andare alla scoperta del suo corpo, tra il desiderio di trovare l’amore e la negazione della sua possibilità. Un romanzo amaro, anche, in cui sembra che nulla abbia senso se non gustare l’attimo come se fosse un dessert. Tutto ciò che parrebbe destinato a durare, in realtà finisce comunque, e spesso, come accade proprio con l’amore inaspettatamente trovato dalla protagonista, nella maniera più imprevedibile.

Related Post

Leave a reply:

Your email address will not be published.

1 × uno =

*

Mobile Sliding Menu

Translate »