Crea sito

Intervista a Stefano Ravaglia

Intervista a Stefano Ravaglia, a cura di “Il Mondo dello Scrittore”

Racconta la tua esperienza come autore
Nel 2016 ho dato una svolta alla mia attitudine allo scrivere. Ero bravo nei temi a scuola, e mi piaceva farli. Poi però la mia vita professionale ha preso altre strade. Ora sto cercando di invertire la rotta, non è mai troppo tardi. Ho iniziato partendo dalla mia passione, il calcio, trovando una casa editrice fantastica e disponibile che mi ha pubblicato. Ma vorrei svariare anche su altre cose, e “Chiaroscuri d’amore” ne è l’esempio.

Che cosa ispira il tuo modo di scrivere
Le situazioni che abbiamo intorno a noi, le storie da raccontare sono intorno a noi sempre, ogni giorno.

Parla della trama del tuo libro
Sono dodici racconti d’amore, ma non di amore smielato o zeppi di romanticismo. Racconto tutti i tipi di amore, nelle sue varie forme, dentro le quali il lettore si può identificare. L’amore per la famiglia, per una casa, addirittura per un lavoro. E certo, anche i rapporti interpersonali fatti di romanticismo ma anche di scabrosità e peccato.

I tuoi personaggi prendono spunto da alcuni lati del tuo carattere
Non direi, ho cercato di dar loro uno spessore sempre differente, numerose sfaccettature.

Prediligi un genere specifico oppure la tua scrittura spazia in altri campi
Al momento direi che spazio in molti campi. Ho scritto il primo libro che riguarda un tema completamente differente, ossia la mia passione per il calcio e il tifo per la mia squadra che seguo sempre allo stadio. Mi piace scrivere racconti di vario genere e articoli sempre a sfondo storico-calcistico.

Quali sono i tuoi progetti per il futuro
Mi piacerebbe fare della scrittura una vera professione, ma è difficile. Così mi impegno e faccio in modo di farle prendere sempre più spazio nella speranza che un giorno arrivi una svolta. Ho in cantiere il progetto di un romanzo, ma sono ancora all’inizio e spero nel corso del tempo di portarlo a termine.

Cosa consiglieresti a un autore esordiente
Di controllare dieci, cento, mille volte con chi si ha a che fare, per evitare di finire nelle mani di case editrici a pagamento. Avere pazienza e non fretta di pubblicare. Anche perchè mi sono reso conto che non è tanto pubblicare il problema, quanto la promozione e la distribuzione, che sono decisamente molto più importanti, anche della percentuale sulle vendite.

Link all’acquisto – Edizioni Leucotea

Related Post

Leave a reply:

Your email address will not be published.

sedici + 16 =

*

Mobile Sliding Menu

Translate »