Crea sito

Recensione di Nadia Milone

Jamie e Amanda, due amiche, due ragazze appartenenti a famiglie benestanti. La prima è una famosa cantante, la seconda è figlia di un importante produttore discografico. Entrambe all’apparenza hanno tutto dalla vita, eppure non sono felici.

Jamie vive con il padre, dopo essere stata abbandonata dalla madre quando era ancora molto piccola, ma lui è un uomo al quale interessa principalmente il denaro e il potere e non esprime affetto e amore verso la figlia. Amanda, invece, vive con entrambi i genitori, anche se non ha un buon rapporto con la madre, la quale non la sopporta e non è mai riuscita a volerle bene.

Crescendo, Jamie sfonda nel campo della musica, ma la sua amica sa che, in fondo, lei non è felice della sua vita. E proprio la canzone che Jamie canta ad un concerto, dal titolo “Uccidimi”, viene interpretata da Amanda come una sorta di desiderio dell’amica e, credendo di farle un favore, le spara.

E’ molto complesso entrare nel meccanismo della mente umana e capire che cosa spinga una persona ad agire in determinati modi. L’autrice affronta molto bene il tema dell’angoscia, dell’ansia che queste due ragazze si portano dentro. Amanda adora Jamie, le è amica fino al punto di assecondare quello che, secondo lei, è il suo desiderio, pur sapendo che in questo modo la perderà per sempre. Un gesto disperato ed estremo, al quale non è facile riuscire a dare una spiegazione razionale.

Anche se Jamie riesce a salvarsi, la loro amicizia subisce un brutto colpo, gettando Amanda sempre più nell’abisso della disperazione.

Una storia di amicizia malata, ai limiti della pazzia e della disperazione. Una storia che vede due padri coalizzarsi per salvaguardare la reputazione delle figlie, per non dare scandalo, anziché soffrire per loro e con loro. Un mondo fatto di soldi, successo e potere, anziché amore e comprensione. Due ragazze isolate in un mondo dorato, all’apparenza perfetto, ma freddo e vuoto.

Come ben spiega l’autrice, la fama, i soldi ed il successo non hanno il potere di regalare quella felicità e quella serenità che solo l’amore di un padre e di una madre riesce a donare.

Nonostante qualche piccolo refuso, è un libro scorrevole e ben scritto, che si lascia leggere tutto d’un fiato. Interessante e molto coinvolgente, è un libro consigliato a chi ha voglia di emozionarsi e cimentarsi un po’ in quello che è il complesso universo della mente umana.

Leave a reply:

Your email address will not be published.

2 × uno =

*

Mobile Sliding Menu

Translate »