Crea sito

Recensione di Edorzar

La resa degli innocenti di Irma Panova Maino

TramaLa-resa-degli-innocenti-cover-200x300
Barbara è una giovane vedova milanese madre di un bimbo di dieci anni, sul quale ha riversato tutti i suoi affetti. Un giorno però il figlio non rientra a casa, svanendo letteralmente nel nulla. Passano cinque anni e Barbbra adesso preferisce farsi chiamare Rian. Divenuta una combattente e una tiratrice di prim’ordine, darà la caccia ai pedofili che le hanno sottratto il bene più grande e ad aiutarla ci sarà Leonardo, un misterioso individuo che appare e scompare dal nulla, ma si fa sempre trovare nel vivo dell’azione.

Stile
Elegante, curato, leggermente ampolloso. Ricercata e indovinata la scelta dei termini, corretta la sintassi, ben dosata la punteggiatura. La lieve prolissità dei cambi di scena è attutita dall’incedere molto veloce delle tantissime scene d’azione.

Intreccio
Tutto il romanzo si srotola attorno alla protagonista e gli altri personaggi sono privi di spessore, eccettuato forse il misterioso Leonardo. Perfino il giovane apparso nelle ultime pagine non è molto caratterizzato. Ne deriva un intreccio fin troppo semplice, tipico del giallo italiano, ma che non dovrebbe dispiacere nemmeno ai lettori d’oltremanica o a stelle e strisce. Il ritmo incalzante, il pathos imposto dalla protagonista e i numerosi colpi di scena rendono la lettura piacevolissima, impedendo al lettore di sospenderla  a cuor leggero. La cornice di squallore, corruzione e futilità, accennata in varie scene, è anch’essa funzionale alla ferocia delle scene di combattimento. Spiazzante il finale.

Giudizio
La resa degli innocenti è un ottimo romanzo, un thriller caratterizzato dall’assenza pressoché totale di forze dell’ordine e incentrato sull’eroismo forzato di una piccola donna oppressa dal dolore e dall’ingiustizia.
Il tema dell’eroe per caso, non raro nella letteratura di genere, è stato reinterpretato magistralmente e un lievissimo accenno al soprannaturale non basta a destituire il narrato che, a pieno titolo, va ascritto al genere giallo/poliziesco.
Lettura molto scorrevole e interessante, Irma Panova Maino è stata una piacevole scoperta, un’autrice che a parere di chi scrive merita una platea di rango.

Link all’acquisto

Amazon

Related Post

Leave a reply:

Your email address will not be published.

quindici − 5 =

*

Mobile Sliding Menu

Translate »