Crea sito

Recensione di Andrea Leonelli

In questo libro, scritto con maestria, troviamo molti elementi innovativi e alcuni temi classici, solidi e affidabili.
E’ una storia d’amore, ma non è la classica favola romantica, tutt’altro.
E’ una storia contesa, confusa e complicata fra protagonisti, o troppo uguali o troppo diversi.
Ren, il protagonista maschile è un elfo, ma è un elfo di sangue puro. Appartiene ad una razza sempre meno fertile che per riprodursi è costretta ad accoppiarsi con umani, indebolendo la forza delle linee di sangue. Ma lui è di razza pura, così come la sua donna, Tellera.
Tipica rappresentante della sua razza bellissima ma, fredda, altera, controllata. Fra loro tutto procede in modo costante, rettilineo e senza scosse anche se Ren non è propriamente un elfo tipico e controllatissimo nelle sue espressioni.

In gioventù scandalizzò non poco la sua gente con un comportamento inaccettabilmente passionale e quasi bestiale durante un accoppiamento, attività regolata severamente anche questa per tutti gli elfi. Si salvò dalla punizione e dall’onta solo grazie all’importanza e all’antichità del suo nome.
Come inizia però la storia?
Durante un’uscita Ren sente rumori di pestaggio e si trova di fronte alla razza dei suoi acerrimi nemici, i rivali razziali da tempo immemorabile, i vampiri, che stanno pestando a morte… Qualcuno…
Solo dopo aver sconfitto i vampiri si accorgerà che non stavano cacciando un umano ma bensì uno di loro, anzi una…
Colto improvvisamente da una sensazione di ineluttabilità raccoglie il corpo moribondo della ragazza e lo porta nella propria casa. Ciò causerà l’allontanamento di Tellera.
La storia fra i due nasce con Ren che nutre la vampira moribonda del proprio sangue anche se ciò lo ripugna, ma si fa violenza e le concede di nutrirsi di sè, e si sente stranamente attratto dal fuoco che scorre in quella creatura dall’apparenza fragile ma in realtà indomabile.
Siria, questo il nome della vampira, inizia a provare anch’essa qualcosa per quel tipo che la nutre nonostante la trovi ripugnante. Ci sarnno nel proseguimento della storia che non vi anticipo per non rovinarvi la lettura, fughe, ricerche, riunioni, passione, spiegazioni, crescite, morti.
Davvero non vi dico altro dovete leggere questa storia, bellissima e decisamente scritta in modo fantastico a tratti struggente, a momenti appassionante e bollente, ricca di una tensione sensuale che si avverte durante tutto lo svolgersi della narrazione.
Vi sentirete catturati e trascinati nella visione della vicenda come in un film (e ne potrebbe venire benissimo fuori uno bello da questa storia!); lo stile trascinante è scorrevolissimo e il libro si legge con piacere fino alla fine quando però se ne vorrebbe ancora.
Ringrazio immensamente Irma per avermi dato l’opportunità di leggerlo.
Le faccio i complimenti e le rivolgo una preghiera. Scrivi ancora per noi!

Leave a reply:

Your email address will not be published.

nove + nove =

*

Mobile Sliding Menu

Translate »