Crea sito

Intervista a Pietro Neglie

Intervista a Pietro Neglie, a cura di “Il Mondo dello Scrittore”

Racconta la tua esperienza come autoremaladivisadiunaltrocolore
Ho iniziato a scrivere per diletto moltissimi anni fa, però il lavoro di docente, ma ancor più il lunghissimo lavoro fatto per arrivare a questa meta, non mi hanno reso possibile dedicare a questa passione il tempo che avrei desiderato. Due anni fa ho rottogli indugi, ho tirato fuori dal cassetto il primo abbozzo del mio romanzo ed ho deciso di portarlo a compimento. Il risultato è stato per me una enorme soddisfazione

Che cosa ispira il tuo modo di scrivere
Mi guida il desiderio ed il piacere di raccontare, di trasmettere emozioni, le stesse che provo mentre scrivo. Come storico il mio compito è di essere estremamente razionale, lavorare sui documenti, mettere da parte quelle componenti che, invece, come romanziere sono la materia prima del mio “lavoro”. Sentimenti, emozioni, storie di gente comune che vive intensamente

Parla della trama del tuo libro
In trincea nasce l’amicizia fra due uomini molto diversi per indole, cultura, stile di vita. Il romano Carlo è un po’ spaccone, si diverte frequentando i bordelli, vive con leggerezza. Antonio è figlio di contadini, friulano, riservato, timido, chiuso. La dove entrambi non volevano stare cementa la loro amicizia, che cresce insieme al sentimento patriottico. Dopo la guerra le loro strade si separano, Carlo diventa fascista e Antonio socialista;entrambi però condividono lo stesso senso dell’onore, della lealtà, dell’amicizia e della giustizia sociale. Solo che la declinano diversamente. Scoppia la guerra civile in Spagna e stavolta i due si trovano su fronti opposti. Anche in questo caso, la guerra si mostra col suo volto peggiore, che è poi quello che accompagna ogni guerra. Entrambi restano fedeli e coerenti, ma non risparmiano critiche alle rispettive parti. Dopo avventure ed esperienze uniche, Carlo ferito gravemente è salvato e curato da un’anarchica spagnola; Antonio finisce con la sua donna in un campo di concentramento francese per i repubblicani spagnoli, il mondo è flagellato dalla seconda guerra mondiale. Anche stavolta i due saranno su barricate contrapposte, ma cosa faranno in nome di principi irrinunciabili quali lealtà, onore? cosa succederà ai due? Finiranno nel tritacarne della storia?

I tuoi personaggi prendono spunto da alcuni lati del tuo carattere
Lealtà, senso di appartenenza al genere umano, amicizia come sentimento nobile che contempla non solo il ricevere ma anche il dare. LA serietà che non è seriosità, il piacere per le gioie della vita, l’amore come sentimento alto fondato sulla condivisione.

Prediligi un genere specifico oppure la tua scrittura spazia in altri campi
spazio anche in altri campi. Ho altro materiale nel cassetto: un altro romanzo storico sugli anni Settanta; una storia d’amore; uno….ma perché anticipare ora? 🙂

Quali sono i tuoi progetti per il futuro
un altro romanzo, iniziato, e un libro di storia…uno di quelli un po’ pesanti. Posso sognare? Girare un film su questo romanzo.

Cosa consiglieresti a un autore esordiente
Scrivere per passione mettendola tutta nelle pagine. Credere in se stessi…avere un altro lavoro per poter mangiare e non illudersi troppo. Da ultimo, non cadere nelle trappole delle pubblicazioni a pagamento; meglio rilegarselo per conto proprio e regalarlo agli amici.

Link all’acquisto

Amazon

Related Post

Leave a reply:

Your email address will not be published.

due + venti =

*

Mobile Sliding Menu

Translate »