Crea sito

Intervista a Stefano Nasetti

Intervista a Stefano Nasetti, a cura di “Il Mondo dello Scrittore”IL-LATO-OSCURO-DELLA-LUNA-COPERTINA-streetlib-Giallo-riga-743x1024

  • Racconta la tua esperienza come autore

La mia esperienza di autore è abbastanza singolare giacché fino a poco tempo fa, mai avrei pensato di scrivere e pubblicare un libro. Il mio libro, infatti, nasce un po’ per caso.
Nel corso della mia vita mi sono spesso posto domande riguardanti l’origine e il senso della vita stessa. Da sempre ho cercato risposte sia nella religione sia nella scienza, senza però trovare mai un punto di convergenza e di chiarezza.
La necessità di trovare risposte concrete in tutte queste informazioni, mi ha portato nel corso del tempo a prendere moltissimi appunti di carattere scientifico, economico, sociologico e teologico. Cogliendo l’occasione di una lunga pausa lavorativa, ho trovato finalmente il tempo di mettervi ordine e ne è uscito un libro.
Come detto, tutto il frutto di questo lavoro, era inizialmente indirizzato esclusivamente a me. Poi invece, mia moglie mi ha convinto a pubblicare, anche per mettere a disposizione di tutti i risultati delle mie ricerche, che spero possano dunque servire da stimolo alla riflessione personale, riguardo alla corretta percezione del mondo in cui viviamo.

  • Che cosa ispira il tuo modo di scrivere

Ho letto molti libri di diverso genere, anche se prevalentemente di saggistica. Sono un appassionato di storia, archeologia, astronomia e più in generale di scienza.
Certamente l’approccio alle molte tematiche che ho affrontato nel libro, sarà stato influenzato anche dal modo di scrivere degli autori che ho letto. Tuttavia mi rimane difficile poter dire che il mio modo di scrivere s’ispira a un autore in particolare. Solo perché ho scritto e pubblicato un libro, non mi ritengo uno scrittore tale da potermi paragonare lontanamente a qualcun altro che lo fa di professione. La strada per me è ancora molto lunga.

  • Parla della trama del tuo libro IL LATO OSCURO DELLA LUNA

Il libro è un viaggio a 360° nella storia dell’universo e dell’uomo dall’origine fino ai nostri giorni. Spesso non si ha la consapevolezza del fatto che l’uomo è insignificante rispetto alla grandezza dell’universo e all’età dello stesso. In questo viaggio alla ricerca del significato e del senso della vita, percorro diversi sentieri “non convenzionali“, sebbene sempre guidato dai risultati scientifici ufficiali. La ricerca delle risposte a queste domande non può prescindere da nulla, quindi ho trattato i temi più disparati tra storia, archeologia, filosofia, teologia, sociologia, biologia, astronomia, fisica e tecnologia. Utilizzando la teoria degli antichi astronauti quale filo conduttore, ho effettuato un’analisi di quanto fino ad oggi è noto (e meno noto), proponendo moltissimi stimoli di riflessione e informazioni che, rifacendomi anche a una recensione che ho ricevuto da uno dei miei tanti lettori, arricchiscono la lettura dando sempre la sensazione di leggere un qualcosa d’istruttivo, comunque la si pensi e indipendentemente che si giunga o meno alle mie stesse conclusioni.
Sempre riprendendo e sintetizzando molti dei pareri che ho ricevuto, direi che è un libro che coinvolge i liberi pensatori e fornisce un quadro globale su molti aspetti che solitamente altri autori prima di me, hanno sempre e solo trattato singolarmente e specificatamente. Dunque il mio libro riesce a fornire una visione d’insieme molto interessante, per avere finalmente un quadro generale di senso compiuto sulla realtà presente e passata, con un concreto sguardo verso il futuro.
Il libro è talmente ricco di spunti che citarne qualcuno ora mi sembra riduttivo. Tuttavia tanto per fare un esempio, scoprire che oggi la scienza ufficiale è sul punto di dimostrare che il nostro universo non è infinito ma finito e che è solo uno dei molti universi esistenti, direi che è già abbastanza eloquente riguardo al fatto che la comune percezione che si ha sul mondo è sbagliata.
Il mondo non è come lo immaginiamo! Ciò vale per ciò che pensiamo di sapere sulla Terra, sull’origine e sulla storia dell’uomo, sulle ciò che le religioni affermano, su quello che pensiamo di sapere riguardo il funzionamento dell’economia, della politica, delle scienze e, addirittura, su quello che noi stessi pensiamo di vedere. Ufo, alieni, invisibilità, teletrasporto, viaggi nello spaziotempo, argomenti che spesso si associano alla fantascienza, se guardate da una prospettiva tradizionale, prospettiva dalla quale si può vedere solo ciò che viene messo sotto ai nostri occhi, solo quello che si trova sul lato illuminato della Luna. In realtà tutto questo non è solo teoricamente possibile, ma spesso si tratta già tecnologia applicata! Questo non lo dico io, ma lo dicono gli articoli scientifici pubblicati sulle più importanti e prestigiose riviste scientifiche mondiali come Science e Nature, ad esempio, articoli che non trovano risaldo nei mass media convenzionali, che si preoccupano più di fare ascolti piuttosto che di informare veramente.
Un libro dedicato ai liberi pensatori in grado di mettere da parte dogmi e pregiudizi, per analizzare le cose da una nuova prospettiva e poter vedere cosa si nasconde sul lato oscuro della Luna.

  • I tuoi personaggi prendono spunto da alcuni lati del tuo carattere

Il mio è un libro di saggistica, dunque non ci sono protagonisti o personaggi frutto della mia immaginazione. Cito però moltissimi personaggi noti e meno noti in cui ovviamente, per un verso o nell’altro, in parte mi ritrovo, sempre senza volermi accostare a loro poiché parliamo di scienziati e scrittori di fama mondiale come ad esempio Nikola Tesla, Albert Einstein, Erich Von Daniken, Zacharia Sitchin, David Icke, Peter Higgs, Carl Segan, Cartesio, Stephen Hawking, Neil Turok, Charles Darwin, Alfred Russel Wallace, Isaac Newton, William Herschel, Francis Crick, Frank Drake, Galileo Galilei, Platone, Nils Bohr, Mauro Biglino e tanti, tanti altri ..

  • Prediligi un genere specifico oppure la tua scrittura spazia in altri campi

M’interesso soprattutto di astronomia e tecnologia, tuttavia non disdegno necessariamente la fisica, la biologia, la teologia, la storia e l’archeologia. Sono anche molto incuriosito dalla filosofia, dalla sociologia e dalle tecniche di comunicazione, in particolar modo mi trovo molto interessante studiare gli effetti di quest’ultime sulle persone. Sul mio blog infatti, approfondisco questi temi scrivendo articoli ormai da quasi un anno.

  • Quali sono i tuoi progetti per il futuro

Intanto mi piacerebbe riuscire finalmente a trovare una casa editrice seria, che creda nel mio libro e che mi consenta di arrivare anche sugli scaffali delle librerie. Infatti, al momento il mio è un libro auto pubblicato e, sebbene abbia un’ampissima diffusione (solo in Italia è in vendita su oltre 30 store differenti, e altrettanti ce ne sono in ambito internazionale) il formato elettronico è, almeno in Italia e soprattutto per questo genere di libri, ancora poco gradito dai potenziali lettori. Il libro è in vendita ormai da quasi un anno e non passa giorno che non riceva richieste di rendere disponibile il libro anche nel tradizionale formato cartaceo. Ritengo verosimile che se fosse stato disponibile già in questo formato, avrei certamente visto per lo meno raddoppiare il buon numero di vendite che ho fin qui maturato, sebbene non sia questa la mia principale preoccupazione ,poiché non ho ambizioni di sfondare in questo settore.
Il mio intento è quello di stimolare la riflessione nelle persone, per far capire che il mondo attorno a noi, è differente da come comunemente lo immaginiamo. Per questo ho un blog nel quale continuo ad approfondire molte delle tematiche trattate nel libro.
Probabilmente alla fine, da tutti gli articoli pubblicati riuscirò a trarne una buona base per scrivere ancora un nuovo libro, ma ritengo che vada fatto un passo alla volta.

  • Cosa consiglieresti a un autore esordiente

Dalla mia esperienza (poca) maturata in questo mondo, vorrei innanzitutto suggerire di rifiutare sempre l’editoria a pagamento. E’ inutile investire soldi sul proprio libro, almeno all’inizio. Da una recente statistica risulta che ogni anno ci siano solo in Italia, un quantitativo abnorme di nuovi libri pubblicati, che ammontano a circa un centinaio al giorno. Già solo da questo dato, si capisce che la concorrenza è tantissima e le possibilità di emergere sono poche.
Il mio secondo consiglio è dunque di approcciare a questo mondo senza troppe aspettative, in modo che possiate essere pronti a non demoralizzarvi troppo quando riceverete (purtroppo prima o poi accadrà) delle risposte negative dalle case editrici.
Un altro aspetto da considerare, è quello dell’auto pubblicazione come iniziale valida alternativa alla pubblicazione tradizionale. Sebbene non tutti gradiscano, trovare una buona piattaforma di autopubblicazione vi garantisce una visibilità a volte superiore a quella che vi propongo in alcuni casi, anche case editrici più quotate. Spesso, infatti, accettando di pubblicare con alcune case editrice, non solo il vostro libro non giungerà mai o quasi sugli scaffali delle librerie, rimanendo confinato in scatoloni nei magazzini della casa editrice in attesa che qualcuno ne faccia richiesta, ma sul web potrebbe trovare possibili canali di vendita soltanto su quei tre o quattro soliti store (Google Play, iTune, Amazon, ecc.). Certo questi sono i maggiori mi direte, ma molte persone comprano anche da store minori dove la possibilità che il proprio libro non si “offuscato” dalla preminente pubblicità dei libri venduti e promossi dalle case editrici, è minore aumentando dunque la visibilità.
Ultimamente sono nate molte piattaforme di autopubblicazione, ma non tutte sono uguali.
Io ho scelto Streetlib che, oltre ad offirire la più ampia distribuzione oggi possibile (fatevi un giro nella pagina “dove acquistarlo” del mio sito per rendervi conto di quanti canali di distribuzione si attivano automaticamente con questa piattaforma – e quelli presenti sono solo alcuni, poiché non tutte le librerie on line distribuiscono questo tipo di libri preferendo solitamente i romanzi) offre anche un’ottima scelta di servizi, tutti gratuiti, che consentono di occuparvi soltanto della promozione del libro. Infatti, la piattaforma consente oltre che di ottenere gratuitamente il proprio libro nei vari formati elettronici (pdf, epub, mobi) cosa nonscontata dal momento che molti vi chiedono soldi solo per trasformare il file in un formato vendibile, gestisce in automatico anche tutta la parte relativa agli aspetti amministrativi (fatture e ricevute sono generate automaticamente). Dunque una volta ricevute le rendicontazioni mensili, non vi resta che attendere (nei tempi previsti) l’accredito delle royalties relative alle vendite. Offre poi la possibilità di attivare servizi su Amazon come il print on sale o il print on demand. Fornisce poi la possibilità di tradurre il proprio libro senza l’esborso iniziale di alcuna somma economica, in modo da poter sbarcare anche su mercati esteri (sui quali, grazie alla distribuzione di cui sopra, il libro è comunque sempre già disponibile in italiano). C’è poi la possibilità di generare, sempre gratuitamente, un banner da mettere sul proprio blog, per vendere direttamente dal proprio sito il libro, senza dovere creare un costoso sito e-commerce (vantaggio non da poco). Per chi un sito non ce l’ha e non è capace di crearselo (consiglio di farlo sempre su una delle tante piattaforme gratuite che, grazie a dei modelli, rendono veramente semplice creare un proprio sito/blog), Streetlib mette a disposizione, sempre gratuitamente, una propria pagina/vetrina dedicata all’autore e ai suoi libri. Insomma se proprio decidete di rivolgervi a una piattaforma, questa è sicuramente la migliore.
Una volta fatto ciò, è assolutamente indispensabile promuovere il proprio libro sul social. Questi sono un volano formidabile per farvi conoscere.
Sul sito è indispensabile raccogliere le recensioni che appaiono qua e la sul web (periodicamente cercatele e ripubblicatele sul vostro sito in una apposita sezione) (guarda quelle rilasciate sul mio libro, http://illatooscurodellaluna.webnode.it/cosa-dicono-i-lettori/.)
Se siate bravi ad utilizzare filmmaker (software gratuito già presente in Windows) potete realizzare un booktrailer come questo ad esempio https://www.youtube.com/watch?v=sI-Cyrbj8DQ. Io ne ho realizzati ben 3 e poi li ho pubblicati su youtube. Attraverso il servizio di Google Award, è possibile promuovere poi questi video o fare dei piccoli banner pubblicitari. E’ vero che la pubblicità è a pagamento, ma spesso Google fornisce ai nuovi clienti la possibilità di fare della pubblicità gratuita, nel senso che spendendo 25€ in pubblicità se ne ricevono altri €75 in omaggio (un’ottima opportunità, ritengo). Il ritorno di questa pubblicità è difficile da quantificare e dipende molto da come avete realizzato lo spot o il banner pubblicitario, da quali target di pubblico avete scelto, ecc, tuttavia può essere un canale utile.
Poi consiglio di leggere con attenzione tutte le altre indicazioni e consigli, che sono presenti su questo bellissimo portale (ilmondodelloscrittore.altavista.org).
Infine, perseverare nel cercare di promuovere il proprio libro, ben coscienti che non è facile emergere.
Finisco invitandovi a prendere tutto come un hobby e fare tutto sempre con grande passione, senza attendervi particolari ritorni in termini di vendite o recensioni. Vedrete che così facendo ogni nota positiva la vivrete amplificata e ogni nota negativa saprete meglio accettarla e metabolizzarla senza deprimervi.
Questo il mio umile parere, spero possa tornarvi utile.
In bocca al lupo a tutti!

Link all’acquisto – Il Lato oscuro della Luna

Related Post

Mobile Sliding Menu

Translate »