Crea sito

Recensione di Laura Bassutti

Il Cielo d’Inghilterra di Loriana Lucciariniilcielodinghilterra

Cristina è una ragazza vivace, estroversa che si ritroverà sorprendentemente erede di una nobildonna inglese, cliente della pensione che i suoi gestiscono a Roma. Si recherà quindi in Inghilterra per occuparsi dell’eredità, deciderà di aprire un hotel di charme nella villa che la defunta le ha lasciato, conoscerà Marlon, un fascinoso architetto e ritroverà Steve, nipote della aristocratica benefattrice. Con una certa trepidazione e indubbia simpatia, ci ritroviamo così a seguire la nostra protagonista mentre, sicuramente intimidita e a disagio, entra in contatto con il mondo dell’aristocrazia inglese a lei del tutto estraneo e nel quale si troverà ad affrontare meschinità e piccinerie che di nobile non hanno davvero nulla. La vicenda di questo romanzo ben scritto, che ci ricorda a tratti una favola moderna, ruota intorno a parole non dette o dette male, malintesi, situazioni ambigue che si prestano a interpretazioni errate, le cui conseguenze sono destinate a ricadere su Cristina e sul sentimento che prova nei confronti dell’affascinante, a volte distante e impenetrabile, Steve. Scritto con una prosa lieve, con ottime caratterizzazioni dei personaggi che suscitano immediati sentimenti di solidarietà, simpatia o rifiuto, ricco di descrizioni efficaci, Il cielo d’Inghilterra è un libro gradevole, sicuramente interessante, che coinvolge emotivamente e intriga il lettore.

Link all’acquisto – Arpeggio Libero

Related Post

Leave a reply:

Your email address will not be published.

9 − 6 =

*

Mobile Sliding Menu

Translate »