Crea sito

Intervista a Christian Gusmeroli

Intervista a Christian Gusmeroli, a cura di “Il Mondo dello Scrittore”lultimouomorimasto

Racconta la tua esperienza come autore
La mia esperienza come autore finora non è stata delle migliori ma neanche delle peggiori. Ho una piccola casa editrice che mi ha pubblicato in formato digitale e in formato cartaceo tramite POD. Con la mia CE, Lettere Animate, mi sono trovato bene. Il riscontro con il pubblico è ancora molto modesto avendo molte difficoltà a far conoscere la mia opera. Questo però è secondario perché scrivo principalmente per me e il terminare un romanzo, un racconto e /o un testo mi appaga e mi fa sentire bene e in pace con me stesso. Anche se nessuno leggerà mai quello che ho scritto.

Che cosa ispira il tuo modo di scrivere
La mia scrittura prende ispirazione da tutto quello che mi circonda. Un dialogo tenuto o ascoltato, una canzone, un film o una sua parte, un cane scodinzolate per strada, i capricci di un bambini, le parole di un politico… se ascoltato e visto con attenzione, tutto può contenere al suo interno della poeticità o del potenziale riflessivo. Troppo spesso viviamo superficialmente lasciando che le cose ci scivolino addosso, anche a me capita ma ogni tanto vedo che nel corso della suo scivolare non me ne sia rimasto addosso qualche residuo.

Parla della trama del tuo libro
Il mio libro è ambientato in un futuro, non distante, dove tutto il mondo è comandato da un unico partito. In questo futuro abbiamo una società in cui si sono persi tutti i valori che caratterizzano l’essere umano e lo rendono tale. Il protagonista Mario è, infatti, l’ultimo uomo rimasto uomo: un inconsapevole dissidente, nostalgico di un passato che non ha mai vissuto e che non è più possibile rivivere. A provare a smuovere le coscienze e a spolverare le memorie sarà un figuro incappucciato e senza identità con un efferato omicidio che obbligherà il partito di comando a rivedere le sue strategie. Il genere di questo libro non è ben delineato. E’ un distopico, Thriller a tratti umoristici. E’ un arzigogolo letterario insomma.

I tuoi personaggi prendono spunto da alcuni lati del tuo carattere
I miei personaggi non prendono punti da alcuni lati del mio carattere, non mi assomigliano per niente. Sono la trasposizioni materiale di quello che amo, odio, penso, credo ma dal punto di vista caratteriale sono tutti completamente diversi da me.

Prediligi un genere specifico oppure la tua scrittura spazia in altri campi
Non ho un genere specifico prediletto. Come non ho una forma di scrittura preferita. Scrivo racconti, testi di canzoni e riflessioni varie. Diciamo che tra i generi che più mi piacciono ci sono appunto quelli che ho inserito nel mio primo romanzo “L’ultimo uomo rimasto” ovvero il distopico, il thriller e l’umoristico. Quest’ultimo dovuto anche al mio amore per tutte le opere di Stefano Benni. Non disdegno neanche il fantasy. Parecchie difficoltà invece le riscontro con il rosa e con l’erotico che non sono decisamente il mio genere e che posso dire con assoluta certezza non affronterò mai.

Quali sono i tuoi progetti per il futuro
Per il futuro ho già un secondo romanzo pronto, terminato poco fa. Restiamo nel mondo del distopico, ma stavolta non vi saranno tracce di umorismo e neanche di thriller. S’intitolerà “Diario di un partigiano mai nato” ed è ambientato in situazioni di guerra. Sia chiaro, per gli amanti degli storici e di conflitti, che il tema centrale non sarà la guerra e non vi sono strategie e operazioni militari descritte nei minimi dettagli e ben pianificate. Si tratta delle riflessioni di un uomo che si ritrova in una guerra civile per liberare il suo paese caduto nuovamente nelle grinfie della dittatura in un futuro distante. Ho già inviato il mio manoscritto a molte casa editrici e spero di avere qualche riscontro positivo.

Cosa consiglieresti a un autore esordiente
Di non avere fretta, di non aver sete di successo e guadagno e valutare attentamente ogni proposta che riceverà. Eviterei l’editoria a pagamento ma poi ciascuno fa del suo libro e dei suoi soldi quel che vuole.

Link all’acquistoAmazon

Related Post

Mobile Sliding Menu

Translate »