Crea sito

Emiliani Andrea

federicobarocci

Federico Barocci (Urbino, 1535-1612)

Link all’acquisto

LibroCo

Sinossi

Il volume indaga, prima di tutto, il metodo di lavoro del maestro e soprattutto l’aspetto progettuale della sua opera, che permetteva agli allievi di consultare e apprendere da decine e decine di bozze o disegni preparatori la sua arte pittorica, in cui l’attaccamento alla forma, di retaggio raffaellesco, si abbina a uno studio originale del colore e dello sfumato. Partendo dall’analisi formale della sua opera, il testo passa a esaminare, con schede complete e di grande importanza scientifica e storica, l’opera di quei seguaci cronologicamente e geograficamente prossimi al maestro, sottolinenandone vicinanze tematiche e formali. Il pittore Federico Fiori, detto il Barocci, nacque a Urbino nel 1535 e vi morì nel 1612. L’importante opera di questo artista marchigiano viene oggi ripercorsa e celebrata dalla pubblicazione “Nel segno di Barocci. Allievi e seguaci tra Marche, Umbria e Siena”, a cura di Anna Maria Ambrosini Massari e Marina Cellini. Il ruolo del Barocci quale innovatore dell’arte pittorica del XVI secolo è stato ormai evidenziato nel corso del tempo attraverso esposizioni e pubblicazioni, soprattutto grazie al contributo di Andrea Emiliani, che curò la prima importante mostra dedicata all’artista tenutasi a Bologna nel 1975. Il volume in questione raccoglie alcuni importanti saggi che delineano l’influsso che il pittore ha avuto nella crescita e nella formazione degli artisti della sua bottega.

Biografia

Andrea Emiliani, già Soprintendente per il patrimonio storico e artistico dell’Emilia Romagna e direttore della Pinacoteca Nazionale di Bologna, è stato docente di Museografia e Storia dell’arte all’università di Bologna. Attualmente è ispettore onorario per la Didattica dei musei del Patrimonio artistico e storico nazionale del ministero per i Beni e le attività culturali. Critico d’arte, ha collaborato alla riorganizzazione di diverse pinacoteche. Accademico dei Lincei, è presidente dell’Accademia Clementina di Bologna e membro di diverse altre, tra cui l’Accademia Raffaello di Urbino e quella romana di San Luca; è inoltre autore di numerosi saggi sulla tutela dei beni culturali e sull’arte, soprattutto emiliana, del Seicento. È autore di importanti pubblicazioni sui Carracci, su Guido Reni, su Simone Cantarini; è il massimo conoscitore di Federico Barocci, sul quale ha organizzato una mostra a Bologna nel 1975.

Pagina Libro

Pagina Facebook

Twitter

Google+

Formato Libro: Cartaceo
Casa Editrice: Il Lavoro Editoriale
ISBN: 9788876634376
Numero Pagine: pp. 824, 2 voll. ril., ill. b/n col., tavv. col.
Prezzo: € 100.00

Related Post

Leave a reply:

Your email address will not be published.

sette + 6 =

*

Mobile Sliding Menu

Translate »