Crea sito

Di Palma Salvatore Ulisse

Vittima di Mafia

Dove si acquista

www.pellegrinieditore.com

Se la ’ndrangheta pensava (attraverso l’autobomba che ne ridusse a brandelli irriconoscibili le carni) di cancellare dalla memoria della storia Gennaro Musella, si sbagliava di grosso! A trent’anni dalla sua morte, egli è ancora qui, accanto a noi, ad indicarci, con il suo esempio, la strada da seguire.
Diceva Milan Kundera: “La lotta dell’uomo contro il potere, è la lotta della memoria contro l’oblio”.
Ma il non dimenticare deve oggi servire a non rendere vana la sua morte ed a costruire sulle basi della memoria il nostro futuro e quello della Calabria, dell’Italia tutta…
L’esempio di Gennaro Musella non può che costituire un punto di riferimento valido per gli imprenditori di oggi, per i cittadini e per i giovani… La memoria dei fatti, puntualmente ricostruiti da questo libro, deve costituire un segnale chiaro e forte di cambiamento, di rinascita, di riscossa morale e sociale…
Sconfiggiamo l’atavica rassegnazione, la neutralità, l’indifferenza che ancora albergano diffusamente in queste terre: la storia, la vita, il sacrificio di Gennaro Musella deve rimanere in eterno come un monito alle coscienze di tutti gli italiani.

L’Autore

Salvatore Ulisse di Palma nasce a Salerno il 15 settembre 1961.
Medico-cardiologo, scrittore per amore. Esercita la professione medica con funzione di Dirigente Responsabile Struttura Dipartimentale di Angiologia – Dipartimento Medico Chirurgico del Cuore – Azienda Ospedaliera  Universitaria di Salerno con incarico di docenza universitaria. Interessato ai temi umanistici, consegue anche la laurea in Lettere e Filosofia. Nel 1983 pubblica la raccolta di poesie Amare per cambiare; nel 1997 Gocce di rugiada (premio selezione poesia 1996) e Notte di neve; è del 1998 la raccolta Ti Amo, i racconti Il campo di girasoli e Una storia d’amore; nel 2000 il volume Ricordi di Ravello; nel 2004 la raccolta di poesie Sogno d’amore con disegni del Maestro Mario Carotenuto; nel 2007 il volume storico-scientifico La Reliquia del sangue di San Pantaleone con versione in inglese e supporto multimediale; nel 2008 Il segreto dei tesori di palazzo Rufolo e nel 2009 Marinella Rufolo e Antonio Coppola: una storia d’amore del trecento amalfitano, entrambi con disegni del maestro Felice Tafuri. È inserito nelle antologie tra gli autori italiani contemporanei: Terzo millennio, Poeti nel mondo, Anni duemila. Membro del direttivo e del comitato scientifico del Coordinamento Nazionale Antimafia “Riferimenti”. Premio Gerbera Gialla 2010 per la Poesia.
Vittima di mafia, nome comune di persona, viene pubblicato nel trentennale dell’uccisione di Gennaro Musella, ricordandone la figura.
Il testo tende, non solo a denunciare l’esistenza di una giustizia malata, ma anche la scarsa attenzione verso le vittime comuni della criminalità organizzata, troppo spesso dimenticate.
Si rivela chiave di lettura fondamentale per la comprensione della cosiddetta “zona grigia” o “sistema” che nel delitto Musella ha avuto un ruolo protagonista.

Scienze Sociali
Data di pubblicazione : 2012
Collana : Mafie

144 PAGINE •
Brossura
Rif.: 978-88-8101-846-8
ISBN 9788881018468
Prezzo: €16,00

 

Leave a reply:

Your email address will not be published.

tredici − undici =

*

Mobile Sliding Menu

Translate »