Crea sito

Recensione di Andrea Leonelli

La Sartoria di Matilde di Chiara Curione

In questo libro si intrecciano insieme più storie con più protagoniste ognuna delle quali col suo ruolo, con il suo La_sartoria_di_Matildecarattere e con le sue motivazioni. E’ una storia che si evolve nel tempo, col passare dei giorni, portando a ognuna delle protagoniste cambiamenti dati dalla relazione con l’altra. Di figure principali ce ne sono due: Lisa e Matilde. Lisa, madre di tre figli e moglie di un imprenditore in pessime acque economiche, insicura, depressa, priva di sicurezza in se e di autostima. Matilde un’anziana vedova, ex proprietaria di una sartoria. Si incontrano per merito di Rosa, zia di Lisa e amica di Matilde. Quando Lisa è costretta a cercarsi un lavoro per far andare avanti la famiglia, Rosa le fa incontrare Matilde, che la prenderà come collaboratrice per aiutarla a mandare avanti la casa. Fra le due nascerà un’amicizia che arricchirà Lisa e la renderà una donna nuova e diversa. Passeranno assieme lunghe giornate lavorando in casa dell’anziana che le insegnerà molte cose su come amministrare una casa e una famiglia, come cucinare, come curare un giardino. Le racconterà col passare dei giorni della sua famiglia, delle disavventure della sorella e della figlioletta, le insegnerà a non mollare nelle difficoltà. Le donerà quella fiducia in se e quella sicurezza che le mancavano e grazie alle quali riuscirà a far crescere se stessa e i rapporti nella sua famiglia che si stavano deteriorando. Il libro è ben scritto, lo stile è semplice e chiaro, la narrazione stimolante. Un libro che parla di amicizia, amore e fiducia. Le storie che si svolgono e si intrecciano senza mai perdere di chiarezza e linearità.

Related Post

Leave a reply:

Your email address will not be published.

due × 3 =

*

Mobile Sliding Menu

Translate »