Crea sito

Recensione di Elena Serboli

I Legami Spezzati di Luisa Colombolegami spezzati1

La trama dilaga sin da subito, incalzando a ritmi serrati su una panoramica di situazioni dissimili, personaggi a prima vista slegati che si affacciano decisi. Il disegno preciso del Puzzle si delinea in maniera ordinata, pertinente e avvincente in un andamento dinamico e accattivante, catturando all’istante l’attenzione del lettore che non si sente né invaso né confuso, ma rapito in una suspanse che cresce e si alimenta pagina dopo pagina. Luisa Colombo affronta l’attuale tema del lucroso business della ricerca farmacologica, coordinando in modo impeccabile i molteplici affluenti della trama, sempre in bilico tra la storia dei protagonisti e le vicissitudini tipiche di un giallo di azione. Tutti i personaggi, partendo dalla protagonista, Maia Masi, donna avvenente ed enigmatica, in forza alla Polizia Scientifica come fotografa ufficiale, saranno costretti a mettersi in discussione e a fare i conti con un passato che non ha risparmiato amarezza e sofferenza a nessuno. La ricerca è il leitmotiv che coniuga i diversi elementi: quella del colpevole nelle indagini, della formula nell’attività scientifica e delle proprie radici nella vita privata e nei sentimenti dei protagonisti. Amore, odio, invidia, desiderio di riscatto e, in modo particolare, diatriba tra razionalità e sentimento sono i temi portanti del romanzo. Il titolo ‘I Legami Spezzati’ diventa così l’incipit stesso di tutto il romanzo, per mano del quale, con forza, prepotenza, astuzia e intelligenza, l’autrice permetterà a ogni tassello di trovare una sua collocazione.

Link all’acquisto – MJM editore

Related Post

Leave a reply:

Your email address will not be published.

sei − 1 =

*

Mobile Sliding Menu

Translate »