Crea sito

Intervista a Luisa Colombo

Intervista a Luisa Colombo, a cura di “Il Mondo dello Scrittore”

Racconta la tua esperienza come autore
Ho sempre avuto la passione della scrittura fin dall’infanzia,legami spezzati1 potrei dire che sono nata con la penna in mano! Ho sempre scritto qualcosa ma il mio sogno era quello di pubblicare un romanzo. Purtroppo per mancanza di tempo ho dovuto attendere la pensione per realizzarlo. Il primo: Nuoando verso la luna l’ho autopubblicato con Youcanprint, mentre il secondo I Legami Spezzati è stato pubblicato senza contributo alcuno da MJM Editore.

Che cosa ispira il tuo modo di scrivere
Il mio stile è nato leggendo molto, mi sono ispirata sia ai classici sia agli autori contemporanei, ma il mio modo di scrivere è piuttosto lineare.

Parla della trama del tuo libro
Michele Masi e Maia Parodi, padre e figlia, sono i protagonisti indiscussi del romanzo. Due destini spezzati e intrecciati tra loro. Due strade parallele che il corso della vita è riuscito a riunire. Lei agente della polizia scientifica, lui biologo affermato alla Farmamuller, multinazionale farmaceutica con sede a Milano. Entrambi condividono la passione e il coinvolgimento nella professione. Ed è stato proprio a causa della totale dedizione nel lavoro che Michele aveva lasciato la sua famiglia. Maia aveva sempre creduto di essere stata abbandonata dal padre, accecato dalla carriera e dal successo, ma poi aveva casualmente scoperto una realtà differente da quella che lo zio le aveva fatto credere, mosso dall’invidia per il fratello, un uomo brillante e un figlio quasi perfetto. Un “abisso di dolore”, una ferita che Maia non è mai riuscita a richiudere, gettandosi a capofitto nel suo incarico dal quale si era lasciata emotivamente coinvolgere. Nessuno conosceva il suo passato e lei stessa stentava ad accettarlo. Ormai aveva paura di aprirsi e lasciarsi andare ai sentimenti. Mai avrebbe potuto immaginare che il caso su cui stava lavorando l’avrebbe toccata di persona. Michele aveva investito tutto sul progetto del nuovo farmaco contro l’Alzheimer e adesso, oltre alla sua famiglia, aveva sulla coscienza anche la vita del giovane ricercatore Luca, brutalmente assassinato nel tentativo di trafugare la formula con il coinvolgimento della mafia russa. La morte del ragazzo aveva provocato in Michele un profondo squilibrio emotivo, inducendolo a rivedere i valori della vita e le sue priorità, gli affetti perduti e soprattutto sua figlia.

I tuoi personaggi prendono spunto da alcuni lati del tuo carattere
Senza dubbio la protagonista Maia Parodi possiede alcuni lati caratteriali simili al mio, in primis la volontà e la determinazione. Non mi assomiglia invece dal punto di vista emozionale, lei teme di far trapelare i suoi sentimenti, si chiude a riccio e rifiuta ogni emozione. Io al contrario manifesto le mie emozioni senza alcun problema.

Prediligi un genere specifico oppure la tua scrittura spazia in altri campi
In questo momento prediligo il thriller dove però deve esserci spazio anche per i sentimenti,

Quali sono i tuoi progetti per il futuro
Ho già approntato la sinossi del prossimo romanzo, sarà un psico-thriller, ma per ora è ancora nella mia mente.

Cosa consiglieresti a un autore esordiente
Difficile dirlo dal momento che non ho esperienza. Posso solo consigliargli di avere tenacia e non arrendersi mai di fronte alle difficoltà. Per noi esordienti la vita è davvero dura!

Link all’acquisto – MJM Editore

Related Post

Leave a reply:

Your email address will not be published.

uno × 1 =

*

Mobile Sliding Menu

Translate »