Crea sito

Intervista a Elena Carletti

Intervista a Elena Carletti, a cura di “Il Mondo dello Scrittore”

Racconta la tua esperienza come autore
Come si diventa scrittori? Non è la domanda giusta, perché scrittori ci si scopre. ho sempre amato la lettura e ho sempre sognato di scrivere. La fantasia non mi è mai mancata, al punto che i miei biglietti di auguri erano più che altro dei racconti. Grazie a mio marito, che ha insistito perché inviassi il mio primo romanzo a una CE, ho pubblicato “dall’andata al ritorno. Una magica estate” nel 2015. Il mio secondo romanzo “la verità nascosta”, è nato subito dopo. Ogni libro è un figlio, per questo è facile rimanere delusi da opinioni un po’ acide. Ma è così, alcuni odieranno le mie storie, altri le troveranno banali, ma ci sarà sempre qualcuno a cui regalerai un sorriso. È per quest’ultime che bisogna scrivere.

Che cosa ispira il tuo modo di scrivere
Tutto, un’immagine vista alla televisione, un paesaggio scorso dal finestrino della macchina, il sorriso di uno dei miei figli, una parola detta da uno sconosciuto perfino un odore.

Parla della trama del tuo libro
Il mio libro è un giallo classico, quelli dove il morto c’è dall’inizio e tutti si chiedono se l’assassino è il maggiordomo.
Enzo Pascoli muore a casa sua, per infarto, ma si scoprirà che questo può essergli stato procurato da alcuni farmaci antidepressivi.
I personaggi sono i classici parenti serpenti, interessati solo all’eredità.
La protagonista dovrà scoprire tutti i tasselli da sola.
Il finale è a sorpresa.

I tuoi personaggi prendono spunto da alcuni lati del tuo carattere
La protagonista ha il mio nome e parte del mio carattere.
Per il personaggio di Enzo Pascoli mi sono ispirata a un mio ex datore di lavoro. Una persona corretta, dolce e generosa.
Gli altri sono frutto della mia fantasia.

Prediligi un genere specifico oppure la tua scrittura spazia in altri campi
Prediligo due generi: i Gialli – Thriller e i Romanzi rosa.

Quali sono i tuoi progetti per il futuro
Sto scrivendo un romanzo rosa.

Cosa consiglieresti a un autore esordiente
Consiglierei di non avere paura delle critiche, faranno sempre male ma ci saranno sempre.
Permettete a quel foglio, che una volta era bianco, di essere conosciuto.

Link all’acquisto – Amazon

Related Post

Leave a reply:

Your email address will not be published.

5 × due =

*

Mobile Sliding Menu

Translate »