Crea sito

Cagnassi Luisa

un cigno di nomeUn cigno di nome Anna

Link all’acquisto

Amazon

Trama

Nata a Yalta, sul mar Nero, vive un’infanzia di stenti, difficile. Muoiono prematuramente entrambi i genitori, vestendola di un vuoto interiore indelebile. Deportata in Germania, appena quattordicenne, insieme a una sorella maggiore, affronta ogni avversità, lottando con tenacia, sorretta anche da una buona dose d’incoscienza. Durante i cinque anni di prigionia, incontra mio padre, s’innamorano e si sposano. Terminata la guerra, superano ogni ostacolo e rientrano in Italia, trasferendosi a Torino. Due figli e matrimonio fallito agli albori, a causa delle differenze culturali e linguistiche. Anna è incapace di adattarsi alla sottomissione, integrandosi alla conflittuale convivenza con la suocera, al controllo serrato delle cognate. Bistrattata è cacciata di casa e messa a servizio, presso una famiglia e allontanata dal figlio di soli due anni. Incinta, viene licenziata, lei tuttavia, si reinventa per non soccombere. Affronta suo malgrado, il pregiudizio di lavorare in un locale notturno, superando la solitudine e l’abbandono, sempre a testa alta. Si compie, dopo qualche tempo, la metamorfosi, grazie anche a un nuovo amore, che la trasforma in una giovane carismatica, elegante, bella e volubile. Vivace e malinconica, amante della danza, dedica alle sue passioni tutta se stessa. Emotivamente instabile, provata, offesa e tradita. Cresce i figli a “distanza”, vuoi per gli impegni artistici e sentimentali, che per il timore di affrontare ancora l’incubo della disperazione, di tornare al passato. Gli anni del benessere svaniscono presto. Una breve parentesi, vissuta intensamente. Regala a tutti, ma soprattutto se stessa, una vivace dimostrazione delle doti eclettiche che l’hanno sempre contraddistinta, godendo di attimi di meritato successo. Cagionevole di salute, muta spegnendosi lentamente, logorata dalla malattia, cancellando per sempre, tra malanni, dispiaceri sentimentali e solitudine, la donna versatile e generosa, colma di quella travolgente genialità innata, oltre ogni immaginazione, della giovinezza. Un’ ultima scintilla di vitalità, le viene offerta dall’incontro con il suo idolo “Rudolph Nureyev”, in occasione di una sua tournée al parco del Valentino. Durante il loro incontro, emergono sorprendenti coincidenze, vicende personali, legate alle origini che li accomunano. Accanto a lei, ho affrontato percorsi tortuosi, malumori e attimi di euforia, plagiata dal suo amabile egocentrismo, incapace di sottrarmi alla dirompente forza di carattere, contro cui non potevo che soccombere, insieme alle bizzarrie disarmanti, tipiche dello spirito imprevedibile, eccentrico e volubile di un’ artista. In queste pagine, ripercorro tutti i sentieri della sua esistenza, fino al giorno della morte, creando qualcosa di tangibile a testimonianza di una donna “speciale”, facilmente giudicata e criticata che ha privilegiato la solitudine come irrinunciabile “senso della vita”, in cambio della assoluta libertà. Tutto quanto descritto, viene incluso dentro i contorni scenografici di una adorata e straordinaria Torino. Piccoli camei, inseriti in alcuni momenti emozionanti di questa storia . All’interno diverse fotografie in Bianco e nero

Biografia

luisa cagnassiMi chiamo Luisa Cagnassi e sono nata a Torino il 22 settembre del 1949. Sono sposata e ho un figlio ormai adulto e indipendente. Ho ereditato da mia madre, russa, la fantasia e la passione per il ballo, la musica, la pittura, l’arte in genere insomma, manifestata in diverse occasioni.
Delle sue qualità eclettiche, e della sua incredibile storia, racconto appunto in “Un cigno di nome Anna” e-book e in formato cartaceo, pubblicato su Amazon. Scrivo poesie dagli anni dell’adolescenza, mi gratifica riversare le mie emozioni attraverso le parole scritte. Una pagina bianca, per me è un’ottima ispirazione, per descrivere le mie sensazioni, il mio stato d’animo.
Ho affrontato l’esperienza del romanzo, alla morte di mia madre. Volevo restasse qualcosa di concreto a parlare di lei, della sua personalità. Per tenerla ancora in vita.
Ho scritto due racconti pubblicati online su Zeugma Pad: “La vita che non ti aspetti” che narra gli esordi del diabete giovanile, nel corso dell’esame di maturità, una storia vera.
“La bimba nel lago” una fiaba fantasy che si svolge nelle profondità di un lago, per partecipare a un concorso nel quale mi sono classificata al secondo posto. Questo racconto è disponibile anche nella versione audio.
Con “Lulù e l’amico alieno”, sono stata selezionata come uno degli autori per la pubblicazione di un libro per bambini: “In viaggio con mio figlio, in cui figurano anche le due fiabe prima menzionate. Un progetto nato per beneficenza.
Altri racconti, li ho scritti per partecipare ad alcuni concorsi o contest sui siti di FB.
Ho partecipato a concorsi di poesia. “Frecce d’inchiostro” mi ha portata alla quinta posizione della classifica con “L’altra metà di me”. Inoltre, il concorso 500 poeti dispersi ha selezionato tra le opere vincitrici, tre mie poesie nella raccolta pubblicata
nel 6°volume in cartaceo.
Con “Piove Malinconia” Ho ricevuto un attestato di partecipazione al Concorso Letterari Nazionale “Cinquantesimo Marcelli”, essendo rientrata nella rosa dei finalisti.
L’ultimo concorso di poesia “Atelier home Gallery” a cui ho partecipato con una silloge poetica di 34 poesie, non ha ancora decretato il vincitore.
Sono entrata nei dieci finalisti nel concorso Del Vajo del Libro, con la poesia “Quando muore un amore”. Sto affrontando la sfida di un nuovo romanzo, per partecipare a un concorso a cui mi sono iscritta: speriamo bene.
Insomma, non riesco a smettere, è una mia esigenza quotidiana. Sono comunicativa, la parola mi nasce spontanea. Sentimentale e romantica, amo le emozioni e le persone ricche di spirito.Spero di potervi accompagnare deliziandovi con le mie scritture.

Blog Personale
Blog Personale
Pagina Facebook

Formato Libro: Cartaceo e Ebook
Casa Editrice: Selfpublished con Amazon
ISBN: 9781497344700
Numero Pagine: 330
Prezzo: 6.86 € cartaceo 89 € e-book

Related Post

4 commentsOn Cagnassi Luisa

Leave a reply:

Your email address will not be published.

17 + 6 =

*

Mobile Sliding Menu

Translate »