Crea sito

Intervista a Viviana Bardella

Intervista a Viviana Bardella, a cura di “Il Mondo dello Scrittore”

Racconta la tua esperienza come autoremartedi_2_senza_bandella
In realtà ho cominciato a scrivere molto presto. Già a scuola, i miei temi sembravano brevi romanzi. Crescendo, quando ho pensato veramente di pubblicare il mio primo libro, ho scelto il self publishing, e così anche per il secondo. Indubbiamente, è stato faticoso farsi largo tra i tanti libri che escono quotidianamente, così come è stato difficile proporre romanzi frutto dell’autopubblicazione. Ho notato che c’è una grande diffidenza verso i prodotti frutto dell’autopubblicazione. Fortunatamente, ho avuto una buona risposta dai lettori e, quando è arrivato il momento di far conoscere il mio ultimo lavoro, ho provato a proporlo alle case editrici. Ho ricevuto offerte da editori che richiedevano un mio investimento iniziale, che ho gentilmente declinato e, infine, ho incontrato la casa editrice Il Ciliegio, che ha creduto nel mio libro e nel giro di un anno l’ha pubblicato. In realtà, non è cambiato molto. F! arsi conoscere ed essere presente in libreria con le proprie opere, resta ancora complicato, ma si tratta della strada che deve percorrere ogni autore emergente e, va bene così. Sono soddisfatta del mio lavoro e di quello della mia casa editrice, che mi supporta quotidianamente.

Che cosa ispira il tuo modo di scrivere
La mia vera fonte d’ispirazione è la vita quotidiana. Osservo, ascolto e penso come riportare tutto nero su bianco, sempre con leggerezza e ironia. Mi piace inventare personaggi capaci di ridere di se stessi, con i quali il lettore possa immedesimarsi. Persone comuni, che affrontano la vita quotidiana come ognuno di noi.

Parla della trama del tuo libro
Martedì libera uscita, narra la storia di quattro donne. Quattro amiche, che si conoscono fin dall’infanzia. Crescendo, ovviamente hanno intrapreso strade diverse ma, si sono ripromesse di incontrarsi, sempre e comunque ogni martedì sera. Attorno a loro, altri personaggi, contribuiscono a rendere le loro vite più ingarbugliate che mai. Sono donne differenti l’una dalle altre. Monica, casalinga, Sara, impiegata, Silvia manager rampante e Antonella, avvocato in carriera. Sono il frutto delle loro scelte, giuste e sbagliate. Quattro donne, che nonostante le incomprensioni, le dure prove che la vita riserverà ad ognuna di esse, hanno scelto di difendere la cosa più importante: la loro amicizia.

I tuoi personaggi prendono spunto da alcuni lati del tuo carattere
Assolutamente sì. In ogni mio personaggio c’è qualcosa di me.

Prediligi un genere specifico oppure la tua scrittura spazia in altri campi
Finora ho seguito un genere preciso: narrativa rosa, cercando di scrivere in modo frizzante e leggero. Mi piacciono le storie che lasciano di buon umore, pur parlando di temi abbastanza importanti.

Quali sono i tuoi progetti per il futuro
Innanzitutto, cercare di pubblicizzare al meglio questo libro. Nel cassetto, c’è un manoscritto iniziato da poco, che spero di riuscire a rendere un buon romanzo.

Cosa consiglieresti a un autore esordiente
Di avere tanta tenacia e tanto spirito d’iniziativa. Anch’io sono un’autrice esordiente e, talvolta, entrare in libreria e non trovare i miei libri, mi scoraggia un po’. L’importante è non arrendersi e perseverare.

Link all’acquisto – Edizioni Il Ciliegio

Related Post

Leave a reply:

Your email address will not be published.

sedici + venti =

*

Mobile Sliding Menu

Translate »