Crea sito

Recensione di Irma Panova Maino

Il libro Il Rifiuto altri racconti, scritto magistralmente da Andrea Benigni, dipinge a tinte vivide ogni racconto, trasformando ogni situazione in un’avventura, in una scoperta del finale, lascinado il lettore in sopeso e tenendolo lontano dagli schemi classici della narrativa. Lo stile riporta alla sceneggiatura tipica del copione cinematografico in cui luoghi e persone non vengono descritti, ma vengono fatti “vivere” attraverso la scrittura e la storia in cui vengono coinvolti. Ogni racconto è un universo a se stante, un piccolo mondo racchiuso fra la riga iniziale e quella finale, in cui il lettore viene catapultato, di volta in volta, in circostanze non dissimili da quella realtà potenziale in cui viviamo, ma che viene intravista da prospettive totalmente diverse. Tuttavia i protagonisti non sono scontati, le loro gesta non sono così ovvie e ogni finale è un piccolo tributo alla fantasia. Personalmente ho estremamente gradito il racconto Il nuovo direttore generale nel quale la simbologia della pesca diviene la reale trasposizione di un avvenimento che coinvolge il protagonista, riportando la metafora al livello di quel tipico classicismo che lascia il lettore attonito verso il finale, quando si rende effettivamente conto del parallelismo descritto. Gli altri sette racconti sono: Il rifiuto, che dà il titolo a questa breve raccolta ed è stato scritto l’indomani della tragedia che ha colpito il mondo: l’attentato alle Torri Gemelle; Guerra, vicenda proiettata in un’atmosfera bellica; Lo zoo, racconto basato su un’esperienza lavorativa; Annalisa, storia d’amore e di gelosia; Il salto, vicneda in cui prevale ancora il sentimento e le emozioni; Lo straniero, un breve spaccato sulle difficoltà e i pregiudizi che insorgno nei rapporti fra persone di nazionalità diverse; e per ultimo: Sulla sponda del letto, ovvero la formazione di uno strano nucleo famigliare, in cui i protagonisti trovano un nuovo equilibrio per convivere con la realtà quotidiana.

Il Rifiuto è un libro da leggere con calma, da godersi  pagina per pagina, lasciandosi stupire dalla gioia creativa del suo autore.

Leave a reply:

Your email address will not be published.

nove − 2 =

*

Mobile Sliding Menu

Translate »