Crea sito

Recensione di Nadia Milone

“L’amore all’improvviso” è un romanzo davvero piacevole da leggere, basato su fatti che possono accadere nella realtà di tutti i giorni. Marta, la protagonista, convive con Tommaso, l’uomo che ama e che per lei ha lasciato la moglie ma, nonostante questo, non riesce a resistere alla forte attrazione fisica che ancora la lega al suo ex fidanzato. Tradisce così il suo uomo, con la conseguenza di ritrovarsi immersa, ogni giorno di più, nei sensi di colpa. Sa di essere nel torto, tuttavia non confessa il suo tradimento e quando scopre che anche Tommaso ha i suoi scheletri nell’armadio, non riesce a perdonarlo. In tutta franchezza, sulle prime ho considerato questo comportamento insensato ed egoista, mi sono ritrovata a pensare: ma come, tu l’hai tradito e continui la tua vita fingendo che non sia mai accaduto e ora che hai scoperto che l’ha fatto anche lui non lo perdoni? E proprio in questo preciso punto della lettura, mi sono resa conto di quanto questo romanzo mi appassionasse e mi coinvolgesse, come se stessi vivendo io stessa quella situazione. Mi sono immedesimata a tal punto nella protagonista, da riuscire a percepirne le stesse emozioni e il merito è sicuramente di questa brava scrittrice che ha saputo esprimere al meglio gli stati d’animo e l’angoscia provati.

Con questo romanzo si vive, si soffre e ci si preoccupa in totale simbiosi con i protagonisti. Si sogna insieme a Marta il grande amore dagli occhi azzurri, capace di cambiarle la vita e ci si ritrova in quelle confidenze con le amiche, ma quando tutto sembra andare per il meglio, ci si arrabbia con questa ragazza che, per colpa della sua impulsività, rischia di mandare a rotoli tutto un’altra volta, dimostrando di non essere riuscita ad imparare dai propri errori. Ma poi, sorridendo, ci si rende conto che è d’obbligo fare un po’ di introspezione e di autocritica e ci si domanda: in fondo, non siamo un po’ tutti come Marta? Siamo esseri umani, con le nostre insicurezze, le nostre debolezze e, soprattutto, i nostri limiti. Si continua quindi la lettura tutto d’un fiato, aspettando e, soprattutto, sperando in quell’attesissimo lieto fine…

E’ un gran bel romanzo che fa sognare e riflettere. La scrittura è fluida e rende scorrevole la lettura, nonostante qualche piccolo refuso.

Leave a reply:

Your email address will not be published.

due × cinque =

*

Mobile Sliding Menu

Translate »