Crea sito

4 chiacchiere con Darth Vader

In Iniziative, Interviste Impossibili

rdl5u5dInterviste impossibili

4 chiacchiere con Darth Vader interpretato da Paolo Fiorino

paolo-fiorinoD: Darth Vader, un nome che incute paura. In effetti un po’ di tremarella c’è, e prima che lei mi trafigga con la sua spada laser vorrei sapere come devo chiamarla. Eccellenza? Santità? GrandUff?

R: Tecnicamente il mio titolo sarebbe Lord ma vedo che la mia vicinanza la rende nervosa così voglio provare a metterla a suo agio: io sono tuo padr… ehm… no, ci ho ripensato, forse è meglio che mi chiami semplicemente Vader.

D: Benissimo, e Lord sia… Allora, mi dica: cosa l’ha spinta in quella galassia lontana lontana?

R: All’inizio sono andato per una breve vacanza su Tatooine con mia madre, poi mi sono innamorato delle sue spiagge senza fine e ho deciso di rimanerci. Mia madre non era d’accordo, “Fa un gran caldo, si lavora come schiavi e poi ci sono questi dannati Midi-Clorian che si infilano da tutte le parti!” mi diceva sempre, ma io non le ho mai dato retta. E poi, diciamocelo, quella galassia è piena di giocattoli grossi e costosi, del tipo che non ho mai potuto avere da bambino. E, anche se l’abilità di distruggere un pianeta è insignificante rispetto al potere della forza, bisogna ammettere che la Morte Nera è un gran bel passatempo per un bambinone mai cresciuto come me.

D: È evidente che lei sogna in grande, ma qual è la molla nascosta che guida la sua sete di potere? Era un bambino maltrattato? I suoi genitori le dicevano sempre: “No, la forza no! E posa quella spada che la bolletta laserettrica cresce”?

R: Ho avuto un’infanzia difficile: da piccolo nessuno voleva essere mio amico, forse per la mia tendenza a vantarmi un pochino… la forza scorre potente nella mia famiglia, la forza di qui, la forza di là… e sì, anche per la mia innocua abitudine di strangolare tutti quelli che non mi lasciavano vincere alle corse degli sgusci. Credo che sia stata quella l’origine del mio carattere diciamo… un pochino tetro.

D: Lei, come tutti sanno, è un Cavaliere Jedi che ha ceduto al fascino del lato oscuro della forza… ma mai nessuno dice in cosa consista questo fascino. Ce lo spiega in poche parole?

R: Per spiegarlo dobbiamo risalire alle vere origini dei Jedi. Durante i primi anni dalla comparsa dei cavalieri la forza aveva due lati, a quel tempo chiamati semplicemente lato A e lato B. Dopo qualche tempo si decise di cambiare il nome dei lati perché tutti gli allievi erano molto più attratti dal un bel lato B che dalle virtù del lato A… e così nacquero il lato oscuro e il lato chiaro. Io personalmente ho scelto il lato oscuro perché ho la pelle pallida e sensibile al sole e ho sempre odiato le creme protettive. Con la mia armatura da Sith posso tranquillamente godermi una giornata in spiaggia senza preoccuparmi delle scottature.

D: E poi, mi tolga una curiosità: tutti a proclamarsi Cavalieri, voi Jedi, ma le vostre cavalcature? Persino Sauron, cattivone niente male anche quello, ha fornito i propri cavalieri di Nazgul… Voi Jedi invece? Tutti a piedi?

R: Eh no, guardi, questa cosa del Signore degli Anelli proprio non la sopporto! Prima quell’esibizionista di Gandalf che muore e poi ritorna, sbiadito e candeggiato non si sa come, mentre io sono morto e resto morto e lei nemmeno si immagina quanto mi sarebbe piaciuta una bella armatura bianca, poi adesso anche questa cosa delle cavalcature… è davvero troppo, finiamo qui questa intervista! Trovo insopportabile la sua mancanza di fede!

Interviste Impossibili, rubrica a cura di

gabry_MondoGabriella Grieco

Nata a Salerno, autrice di diversi romanzi gialli, ha ottenuto numerosi premi e riconoscimenti per i suoi romanzi. Amministratrice dei gruppi facebook “La carica degli esordienti” e “Il Mondo dello Scrittore”

 

Related Post

You may also read!

Antonio Nonnis e il suo Libro da Gustare

Condividi: Antonio Nonnis e il suo Libro da Gustare Molte volte abbiamo espresso il parere che un buon libro

Read More...

Archivi di storia: la settimana della legge Merlin

Condividi: Archivi di storia: la settimana della legge Merlin di Paolo Fiorino 18 settembre 1938 – Benito Mussolini legge per la prima

Read More...

La presa di Roma

Condividi:   La presa di Roma di Alessandro Cirillo   Un certo Edmondo De Amicis, all’epoca giovane ufficiale del

Read More...

3 commentsOn 4 chiacchiere con Darth Vader

Leave a reply:

Your email address will not be published.

quattro − tre =

*

Mobile Sliding Menu

Translate »