Crea sito

30 novembre (1941) – Gondar

In Archivi di Storia, Blog

 

 

GONDAR

Di Andrea Ravel

 

Quando mi è stato chiesto di scrivere qualche riga a proposito della resistenza di GONDAR non ho potuto fare a meno di chiedermi quanti lettori di questo BLOG conoscano dove si trova GONDAR e cosa vi è accaduto settantasei anni fa, esattamente il 30 Novembre. Quasi una domanda da portare a “L’Eredità” Ma la domanda che mi sono fatto io è stata: perché vale la pena di parlare di GONDAR?

Intanto i fatti. A GONDAR, in Etiopia, si consumò l’ultima resistenza, eroica, secondo quasi tutti i commentatori e inutile secondo molti, delle truppe italiane in quella che per cinque anni fu l’Africa orientale italiana. Quando scoppiò la seconda guerra mondiale, l’Etiopia, con la Somalia e l’Eritrea, lontane, isolate e poco difese, erano state date per perse dai comandi italiani. La sola incertezza era relativa a quanto tempo avrebbero impiegato gli Inglesi a conquistarle avanzando dal Sudan e dal Kenya. Ci impiegarono quasi un anno e mezzo, più del doppio di quanto loro stessi avevano stimato.

Eppure le truppe italiane, disperse in piccoli capisaldi separati da centinaia di chilometri di terreno impervio, montagnoso e privo di strade carrozzabili, opposero quasi ovunque una fierissima resistenza che obbligò l’esercito britannico a conquistarli uno per uno. Nomi come Cheren, Amba Alagi, Amhara e Gondar, solo per nominare i più importanti luoghi in cui i nostri soldati hanno resistito, combattendo spesso fino all’ultimo uomo o all’ultima cartuccia, sono entrati nella storia e nella memoria dei nostri padri. Forse un po’ meno nella nostra.

La domanda è: cos’è che spinge un individuo a morire per una causa che sa essere persa in partenza? Le risposte sono probabilmente tante quante i 25.000 soldati caduti sui campi di battaglia etiopici. Alcuni di loro morirono per difendere un ideale, forse non del tutto condivisibile. Altri stavano proteggendo le loro case, erano molti gli Italiani che si erano trasferiti in Etiopia con le famiglie. Altri ancora fecero semplicemente il loro dovere, fino in fondo, perché indossavano una divisa e avevano prestato un giuramento. Da alcuni non ci si aspettava molto, mi riferisco alle truppe coloniali, i famosi Ascari, che invece combatterono, con grande eroismo. Contro ogni previsione e suscitando l’ammirazione degli stessi nemici. (Ad un Ascaro, un caporale che si chiamava Endisciau, fu concessa la medaglia d’oro alla memoria. Unico non italiano ad averla ricevuta nella storia dell’onorificenza).

Ma non finì tutto il 30 novembre 1941. Occorre ricordare che i soldati italiani catturati furono rinchiusi in campi di prigionia in India e la stragrande maggioranza fu liberata solo anni dopo la fine della guerra (nonostante che nel frattempo l’Italia fosse diventato un Paese alleato degli angloamericani. Per contro in Africa orientale alcune migliaia di militari e civili iniziarono una guerriglia contro le truppe inglesi che terminò soltanto nell’autunno del 1943 due anni dopo la firma della capitolazione in Africa orientale.

 

Archivi di Storia, approfondimento a cura di:

Andrea Ravel

Andrea Ravel è lo pseudonimo utilizzato da una coppia di autori, padre e figlio, che condividono la passione per la storia e la narrativa. Hanno scritto e pubblicato con Edizioni Esordienti E-Book due romanzi: Terra di conquista nel 2014 ed Eredità di Sangue nel 2016. Entrambi fanno parte della saga Il Longobardo.

In questi mesi stanno lavorando al terzo capitolo della serie che dovrebbe vedere la luce nel 2018.

Il sito web degli autori, con approfondimenti e notizie, è www.andrearavel.it,

Related Post

You may also read!

Tycho Brahe

Condividi:   Thyco Brahe Di Cinzia Morea   La prima volta che mi imbattei in Tycho Brahe fu in

Read More...

L’odissea della Graf Von Spee

Condividi: L’odissea della Graf Von Spee.   di Claudio Oliva Varata il 30 Giugno del 1934 venne ideata, insieme

Read More...

Intervista a Gianni Gandini

Condividi: Intervista a Gianni Gandini Primo classificato assoluto nel Premio Letterario Internazionale Terra di Guido Cavani, Gianni Gandini è uno

Read More...

Leave a reply:

Your email address will not be published.

5 × 4 =

*

Mobile Sliding Menu

Translate »